A Pantelleria il Club Alpino Italiano coinvolto in un progetto tra mare e montagna

Il Cai di Petralia Sottana ha incontrato le istituzioni del Parco Nazionale per programmare insieme le attività future

9 settembre 2019 - La sezione CAI di Petralia Sottana, a cui appartiene il neo costituito gruppo Cai di Pantelleria, ha fatto tappa sull'isola per programmare le basi per attività future condivise. L'Ente Parco Nazionale è stato regia dell'incontro, nell'ottica degli obiettivi di collaborazione e apertura al confronto che si è proposto sin dalla sua istituzione. Scrigno di biodiversità il territorio si presta alla fruizione naturalistica di un paesaggio unico nel suo genere. Nell'ottica di una continuità di esperienze si vuole legare il percorso mare/montagna con Petralia Sottana e con i valori del Club Alpino Italiano
Il presidente della sezione Filippa Spitale e Mario Vaccarella già consigliere CAI nazionale nonché consigliere regionale per la protezione del patrimonio naturale sono stati ricevuti dal direttore del Parco Antonio Parrinello in occasione dello scambio dei gagliardetti come testimonianza alla proficua futura collaborazione. Presente una delegazione di soci panteschi più a sud d’Italia con a capo Gigi Fontanarosa, con i quali c’è stato uno scambio di esperienze a conclusione di tre belle escursioni nell’isola vulcanica.
Obiettivo, oltre ad una futura costituzione di una sottosezione e poi si spera sezione , è quello di effettuare attività tipiche del sodalizio, privilegiando la sentieristica. Nei mesi scorsi sull’isola sono approdati il CC Cattani , l'ex presidente Gr Sicilia Oliveri, grande conoscitore dell’isola, allora PR, il presidente della Sosec nazionale de Cai che si occupa di sentieri e cartografia, Alfredo Gattai, per un we di formaIone per i soci presenti, in virtù anche di una collaborazione parco delle cinque terre -parco nazionale di Pantelleria. In preparazione un protocollo Cai - Parco Pantelleria

Mario Vaccarella e Parco di Pantelleria

Segnala questo articolo su:


Torna indietro