Una serata con Francois Cazzanelli al CAI Desio: un astro nascente dell'alpinismo dotato di simpatia e maturità

Oltre cento appassionati hanno partecipato alla serata organizzata dalla Sezione il 25 febbraio scorso. Focus sulle imprese sul Cervino e in Himalaya.

Un'immagine della serata

27 febbraio 2019 - Che Francois Cazzanelli fosse un astro nascente dell’alpinismo lo si sapeva già, ma l'altra sera ci sono stati ulteriori elementi che hanno messo in evidenza altro: ci sono anche simpatia e maturità per un ragazzo di poco meno di trent’anni.

Ai circa cento appassionati accorsi alla Sala Pro-Desio alle ore 21.00 di lunedì 25 febbraio, Francois ha raccontato alla sua maniera la sua grande passione per la montagna, con filmati sulle imprese che hanno caratterizzato il 2018, ma soprattutto ha mostrato come la Gran Becca possa diventare, ancora oggi, un terreno d’avventura incredibile.

Ha fatto vedere come sia possibile, nell’arco di una mezza giornata, percorrere tutte e quattro le creste del Cervino, tra lo stupore per il tempo impiegato e quello degli alpinisti che li hanno visti sfrecciare (le ha percorse con l’amico guida di Zermatt Andreas Steindl), in alcuni casi più di una volta. Non sono mancati altri importanti traguardi, come le salite degli 8.000 tra cui Everest e Lhotse, nell’ambito della stessa spedizione.

Un aspetto che sicuramente è rimasto impresso agli spettatori è stato il suo modo di approcciare l’universo a punta, un misto perfetto tra ricerca di avventura, performance e mestiere di Guida Alpina.
Sembra che tutti gli spettatori a fine proiezione siano scomparsi per andare sulle montagne vicine, segno che la serata ha avuto un bel successo!

Un grazie sincero per il suo intervento a Desio è arrivato naturalmente dal Presidente della locale sezione del Club Alpino Italiano, Claudio Rovelli e da tutti i soci.

Gianluca Como

Segnala questo articolo su:


Torna indietro