Una sede tutta nuova per la Sottosezione Cai di Novellara

Inaugurata il primo dicembre 2018, nel centro di Novellara, è dedicata a Giuseppe Gelosini, fondatore della Sottosezione locale e Reggente dal 1984 al 1997.Una Sottosezione con 227 soci e che ha portato più di 900 persone in montagna.

Un momento dell'inaugurazione

7 dicembre 2018 - La Sottosezione del Club alpino italiano di Novellara ha una sede tutta nuova, spaziosa, luminosa e distante solo pochi metri da Piazza Unità d’Italia, nel vivace centro storico e commerciale di Novellara. La cerimonia ufficiale d’inaugurazione, partecipatissima, si è tenuta nel pomeriggio di sabato primo dicembre, alla presenza delle autorità locali e provinciali, tra cui il presidente Cai di Reggio Emilia Massimo Bizzarri, il sindaco di Novellara Elena Carletti, il parroco don Giordano Goccini, e tantissimi cittadini, novellaresi e non, soci Cai e simpatizzanti, adulti e bambini. Un’autentica festa.

«Siamo felici, abbiamo trovato casa!». Queste le toccanti parole con cui ha esordito Giordano Lusuardi, reggente della Sottosezione novellarese, che ha salutato con calore tutti i presenti. «La nuova sede è un piccolo gioiello - ha proseguito - che ci fa stare bene, perché è uno spazio alternativo nel quale poterci ritrovare sempre più numerosi».

Lusuardi ha poi ricordato che l’inaugurazione della nuova “casa” coincide con il compimento del quinto anno di attività della rinnovata Sottosezione, che conta oggi quota 227 soci e ha accompagnato finora più di 900 persone in escursione. «Si tratta di numeri importanti - ha sottolineato - che corrispondono a una crescente amicizia e voglia di stare insieme».

Elena Carletti, Sindaco, ha dichiarato: «Sono onorata di essere qui oggi, questo nuovo luogo aperto a tutti è perfetto per il Cai novellarese, l’associazione nomade per eccellenza, che quotidianamente valorizza il nostro territorio, vivace e ricco, attraverso persone che rappresentano più che mai il modello di cittadinanza attiva e propositiva». Massimo Bizzarri ha commentato: «La sede ubicata nel centro del paese è uno stimolo ulteriore al contatto diretto, che è vitale per il Club alpino italiano. Il successo crescente della Sottosezione di Novellara rispecchia il successo provinciale e nazionale, e ci dice che ci stiamo muovendo nella direzione giusta: l’apertura, la cultura del volontariato, del fare del bene sono i nostri valori fondanti».

Ha seguìto la scopertura della targa commemorativa in ricordo di Giuseppe Gelosini, scomparso nel 2014, alla presenza dei familiari, felici e visibilmente commossi. Di Gelosini, Lusuardi ha ricordato la passione e l’amore per la montagna ma anche per il suo territorio, e la propensione alla condivisione. Infine, il taglio del nastro, ad opera dei vivaci e rumorosi kai kids.

Don Goccini, che è anche noto camminatore, amante dell’altitudine e socio Cai, ha poi benedetto i locali inaugurati, e ha parlato del valore che ha il cammino, del legame che ha con l’accoglienza e con l’armonia, fra gli uomini e fra questi e la natura.
La festa è proseguita all’interno della sala, gremita, con un ricco buffet e infinite chiacchiere. A suggello della condivisione più vera.

La nuova sede è nel centro di Novellara, sotto la Galleria Zita Fumagalli, alla quale si accede comodamente da via Costa; essa sancisce e insieme amplifica il legame dell’associazione sul territorio. Sarà aperta a tutti, ogni venerdì sera, a partire dalle 21, e intende diventare un luogo d’incontro per chiunque lo desideri.

Elena Becchi

Segnala questo articolo su:


Torna indietro