“Una migrazione verticale”: Luca Mercalli e Vincenzo Torti a Bookcity 2020

Venerdì 13 novembre il climatologo presenterà il suo ultimo libro “Salire in montagna. Prendere quota per sfuggire al riscaldamento globale”, dialogando in diretta Facebook con il Presidente generale del Cai.

La copertina del libro di Mercalli

11 novembre 2020 - Possiamo salvarci dalla crisi climatica e ridare spazio alla contemplazione di ciò che resta della natura? La montagna è una delle vie da percorrere, con le tecnologie sostenibili, l'efficienza energetica e una vita meno competitiva.

Questo il tema dell'ultimo libro del climatologo Luca Mercalli, intitolato Salire in montagna. Prendere quota per sfuggire al riscaldamento globale (Einaudi, 2020), nel quale l'autore narra in prima persona la propria esperienza del “salire in montagna”, evidenziando la necessità di un cambiamento delle nostre esistenze.

Il libro sarà presentato in diretta Facebook nell'ambito dell'edizione 2020 di Bookcity Milano (quest'anno interamente on line) venerdì 13 novembre alle ore 18, con Mercalli che dialogherà con il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti. L'evento, denominato “Una migrazione verticale”, sarà visibile sulla pagina Facebook di Einaudi e su quella del Club alpino italiano.

I due hanno già affrontato l'ipotesi di una prossima migrazione verticale per sfuggire all'aumento delle temperature (che in pianura potrebbero raggiungere livelli altissimi) all'ultimo Trento Film Festival, in occasione dell'evento “Montanità” (aveva partecipato anche Mauro Corona). A Trento Mercalli aveva sottolineato la necessità che le istituzioni consentano ai Comuni e alle zone montane di riattrezzarsi, per farsi trovare pronti quando questa migrazione avverrà: un processo da portare avanti senza cementificazione, in maniera sostenibile, abbattendo innanzitutto il digital divide. All'insegna della montanità dunque, la quale, come aveva ricordato Torti, “non comprende la pretenziosità di chi in quota chiede gli stessi servizi della pianura, ma la sobrietà, l’educazione e l’attenzione per l’ambiente e le persone”.

Lorenzo Arduini

Segnala questo articolo su:


Torna indietro