Un weekend di eventi dedicato alla promozione del territorio alpino lombardo

Sabato 6 e domenica 7 luglio torna il Festival delle Alpi di Lombardia, evento diffuso nelle Terre alte della regione. Il CAI Lombardia collabora alla manifestazione e organizza un convegno.

21 giugno 2019 - L’Associazione Montagna Italia, in collaborazione con il CAI Lombardia, promuove le montagne lombarde e le sue meraviglie con un evento a loro dedicato. La nona edizione del Festival delle Alpi di Lombardia, in programma il 6 e il 7 luglio,  mira a valorizzare i territori montuosi non solo dal punto di vista paesaggistico: particolare attenzione viene rivolta a flora e fauna, grande interesse va alla storia, e autentica passione è dedicata alle ricchezze culturali, ambientali, sportive, folcloristiche ed enogastronomiche.

Seconde solo a quelle di interesse storico-artistico, le località montane lombarde attirano ogni anno milioni di turisti da tutta Europa. Gli italiani per primi le scelgono come meta di vacanza. Consapevole dell’enorme potenziale che la Lombardia ha da offrire, il Festival coinvolge località ed enti che con entusiasmo hanno aderito all’iniziativa, organizzando e coordinando manifestazioni pro-montagna.

Il Comitato Organizzatore intende dare vita dunque a una cartolina comunicativa che riunisce le montagne lombarde attraverso la condivisione di un unico calendario che abbraccia tutte le manifestazioni. Restituzione al territorio è il rilancio del turismo estivo, in particolare per quelle località che partecipano attivamente. Ma è anche l’occasione per ammirare realtà dall’antico e rustico sapore, godere di escursioni, partecipare ad attività sportive e raggiungere caratteristici rifugi.

“L’impegno delle Sezioni e Sottosezioni del CAI Lombardia, assieme agli eventi proposti da Comuni, Enti ed Associazioni, è quello di mantenere alta l’attenzione verso l’ambiente montano e le sue specificità”, afferma il Presidente del Gr lombardo Renato Aggio. "L’obiettivo del Festival è quello di sostenere la frequentazione sostenibile delle nostre montagne, dei suoi paesi e borghi, promuovendo le attività che la sua gente ivi svolge e che permette alla montagna di rimaner viva. Una frequentazione, che non deve essere “mordi e fuggi”, ma volta a comprenderne nel tempo la cultura, le tradizioni, la storia per poter riconoscere la fatica del vivere in montagna e apprezzare la resilienza dei suoi abitanti”.

Nel programma anche il convegno organizzato dal CAI Lombardia “Una lunga storia di uomini e montagne: conservare per capire”, in programma sabato 6 luglio a Castione Andevenno (SO), presso l’auditorium Trabucchi Leone (inizio ore 9.30).

Clicca qui per il dettaglio degli eventi.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro