Un piccolo presepio al Museo della Montagna

Dal 7 dicembre al 13 gennaio saranno esposte venti statuine che raccontano un pezzo di storia d'Italia

Le statuine del Museo

Nell'atrio d'ingresso all'Area Espositiva del Museo Nazionale della Montagna del CAI Torino, in occasione delle prossime festività, viene esposto un piccolo presepio. Un pezzo con una storia particolare e affascinante che lo rende unico.

Lo testimonia una lettera, esposta con il presepio, spedita dal Ministero dell'Educazione Nazionale a Giorgio de Vecchi di Val Cismon alla Cassa di Risparmio di Mogadiscio, Somalia, allora colonia italiana, il 4 febbraio 1936; siamo nell'anno della Guerra d'Africa: «gli allievi della R. Scuola d'Arte di Ortisei di Val Gardena hanno inviato a questo ministero alcuni presepi scolpiti da loro stessi perché siano inviati "quale modesto omaggio, affettuoso conforto e sconfinato augurio ai soldati dell'Africa Orientale"».

Le statuine, una ventina in tutto, dell'altezza media di 15-18 centimetri, sono del tipo del tradizionale presepio Gardenese, in legno colorato, con varia fattura che dimostra le diverse doti e capacità scultoree degli allievi della scuola.
Non conosciamo la vicenda del ritorno in Italia. Restiamo comunque affascinati da questo "pezzo" di storia italiana che il Museomontagna offre al pubblico per le festività natalizie.

ORARIO FESTIVITÀ
Nel fine settimana dell’Immacolata il Museo sarà aperto con il consueto orario 10–18
In occasione delle festività natalizie il Museo osserverà il seguente orario:

  • 24 dicembre 10-14
  • 25 dicembre chiuso
  • 26 dicembre 10-18
  • 30 dicembre chiuso
  • 31 dicembre 10-14
  • 1 gennaio chiuso
  • dal 2 al 5 gennaio 10-18
  • 6 gennaio 10-18

L’Area Documentazione resterà chiusa da 24 dicembre al 7 gennaio. Il 24, 27, 30, 31 sarà però possibile accedere per consultazioni su appuntamento.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro