Un incontro sull'abuso del GPS e un'escursione al Monte Musiné per il Cai Chivasso

L'autunno caldo della sezione piemontese continua. Dopo l'atto conclusivo di "Montagna terapia", sabato scorso si è tenuto un interessante appuntamento con il filosofo Roberto Casati

12 novembre 2019 - Decisamente un autunno "caldo" per il Cai di Chivasso. Dopo l'appuntamento conclusivo dell'iniziativa "Montagna terapia" tenutosi giovedì in sede, sabato sera per la rassegna "Immaginando" nel salone della Croce Rossa il filosofo Roberto Casati, Direttore di ricerca del Centre National de la Recherche Scientifique dell’Institut Nicod dell’École Normale Supérieure di Parigi, ha dissertato su un tema di grande attualità: l'orientamento e il disorientamento con i mezzi tecnologici attuali, in una parola il GPS. Un sistema di posizionamento e navigazione satellitare, attraverso una rete dedicata di satelliti artificiali in orbita, permette ad un terminale, ad esempio i cellulari o i navigatori dell'auto, di ricevere informazioni sulle sue coordinate geografiche in ogni condizione meteorologica, in ogni luogo sulla Terra. Un'invenzione di notevole importanza ed utilizzo che però rischia di farci perdere la capacità di osservare l'ambiente in cui viviamo e ci muoviamo. Con esempi, brevi filmati ed immagini Casati è riuscito a coinvolgere i presenti che al termine gli hanno posto numerose domande ed anche raccontato episodi ed esperienze sull'uso/abuso di questa indispensabile "rivoluzionaria" invenzione tecnologica.
A presentare il professore Elisa Vanin, che si occupa delle serate culturali del CAI dopo i ringraziamenti ha ricordato ai presenti il prossimo appuntamento della rassegna: venerdì 15 novembre sempre nel salone della CRI, con la guardaparco Raffaella Miravalle, anche nota skyrunner, che racconterà delle sue esperienze nel Parco Nazionale del Gran Paradiso.
Il finesettimana ha visto il Cai impegnato anche in attività sul campo: l'escursione con una quindicina di partecipanti al Monte Musiné all'imbocco della Val di Susa condotta da Angelo Malvasia vicepresidente sezionale e l'ultima lezione del corso di arrampicata della Scuola di Alpinismo "Piersandro Muzio" ad Arco di Trento con la presenza del presidente Mauro Basso, orgoglioso di guidare una Sezione così attiva e vitale.
Cai Chivasso

Segnala questo articolo su:


Torna indietro