Trento Film Festival, al via l'edizione autunnale 2015 a Bolzano

Dal 24 settembre al 4 ottobre in programma la proiezione di una selezione di film della 63^ edizione del Festival, incontri alpinistici (il clou con Adam Ondra) e una due giorni dedicata al boulder.

Adam Ondra (fonte: trentofestival.it)

"Il Trento Film Festival ci insegna a superare i confini, come fanno abitualmente i cineasti ospitati e come fa una rassegna che si suddivide su più luoghi e città". Il sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli, intervenuto alla presentazione dell'edizione autunnale del Tff ha sottolineato lo "sconfinamento" bolzanino e ha invitato tutti a ragionare in maniera più moderna, superando confini e barriere che fanno parte del passato.

Un invito particolarmente apprezzato dal presidente del Cai Alto Adige (che collabora all'organizzazione dell'edizione autunnale del festival), Claudio Sartori, che ha sottolineato come l'organizzazione segua proprio questa linea: «Siamo in continuo movimento e cambiamento e credo che l'intero Cai debba seguire questa strada».

La direttrice della rassegna, Luana Bisesti, ha quindi avuto buon gioco a presentare un'edizione autunnale particolarmente aperta alla società e all'attualità: "i tre eventi principali coinvolgeranno pubblici diversi. Il 24 settembre, al Teatro comunale di Gries (alle ore 21), sarà l'alpinista Fausto De Stefani a parlare di Una tragedia dimenticata, portando la sua testimonianza dal Nepal, un Paese letteralmente sconvolto dal terribile terremoto della scorsa primavera. Il 30 settembre, nello stesso teatro, Simone Moro, Franco Nicolini, Diego Giovannini e Daniela Formica, saranno i protagonisti della serata dal titolo 82 x 1. I 4000 delle Alpi e il Monte Bianco fra record, storia e futuro. Un incontro moderato dal giornalista della Gazzetta dello Sport, Sandro Filippini, che intende confrontarsi con temi che sempre più spesso coinvolgono le Alpi e l'alpinismo più in generale. Il 2 ottobre, quindi, evento clou con Adam Ondra: il ventiduenne scalatore ceco arriva finalmente a Bolzano, all'Hotel Four Points by Sheraton (alle ore 21) per raccontarci la sua storia e i suoi successi. L'inaugurazione degli appuntamenti letterari di MontagnaLibri, la rassegna internazionale dedicata all'editoria di montagna è prevista, invece, per il 24 settembre, alle 18, in Piazza Mazzini a Bolzano, con un concerto del Coro Rosalpina. Si proseguirà il giorno successivo, il 25 settembre, alle 19, al centro civico di Gries, con la presentazione di Meine Spur, mein Leben Grenzgänge eines Extrembergsteigers, di Marcus Larcher (edizioni Raetia), volume dedicato al grande alpinista Heini Holzer. Mercoledì 30, alle 18, nello stesso luogo, Renzo Caramaschi, intervistato da Franca Eller, presenterà il suo ultimo libro Di gelo e di sangue (edizioni Mursia). Per quel che riguarda il cinema, saranno proiettati alcuni dei migliori film del 63esimo Trento Film Festival. Si inizierà quindi venerdì 25 settembre, alle 19, con la proiezione all'aperto, in Piazza del Grano, di Petit Bus Rouge, di Sébastien Montaz-Rosset".

Il programma completo delle proiezioni è disponibile online sul sito: trentofestival.it. Tra le novità dell'edizione 2015 del Trento Film Festival a Bolzano, la due giorni dedicata al boulder. Gare a livello nazionale e provinciale che prenderanno il via il 3 ottobre, e si concluderanno domenica 4, con le finali e la Paarlkraxlen aperta a tutti gli appassionati.

Fonte: Corriere dell'Alto Adige

Segnala questo articolo su:


Torna indietro