Trekking, alpinismo esplorativo e aiuto umanitario in un’area a nord del Pakistan

Aperte le iscrizioni per il viaggio curato da Tarciso Bellò e organizzato Associazione delle Sezioni Vicentine del CAI

I luoghi del viaggio

L’alpinista himalayano Tarcisio Bellò ha programmato per questa estate uno straordinario viaggio nella meravigliosa catena dell’Hindukush.

La partecipazione è aperta a tutti e rivolta agli appassionati escursionisti, alpinisti o semplici viaggiatori interessati a scoprire villaggi rurali, suggestive vallate, splendidi laghi e scintillanti vette dove l’alpinismo italiano vicentino ha esplorato e raggiunto numerose cime inviolate di cinquemila e seimila metri.

Su cinque spedizioni realizzate in dieci anni, per ben due volte, nel ’97 e nel duemila, è stato vinto il prestigioso Premio Paolo Consiglio istituito dal Club Alpino Accademico Italiano CAAI come massimo riconoscimento nazionale all’attività alpinistica esplorativa condotta sulle montagne extraeuropee. Imprese forse minori ma comunque rilevanti nella storia dell’alpinismo italiano e internazionale.

Il viaggio è ricco di spunti e di motivi d’interesse: dagli aspetti ambientali e naturalistici, agli aspetti rurali come testimonianza di antichissime tradizioni che stanno rapidamente scomparendo nel mondo fagocitato dalla globalizzazione, ai panorami mozzafiato di cime d’alta quota al cui cospetto ci si può sentire come pionieri dei secoli scorsi quando la scoperta geografica e alpinistica era un libro ancora tutto da scrivere, e infine l’avventura mai banale da condividere assieme ad altre persone per trarne amicizie e ricordi indelebili di un viaggio veramente straordinario e imperdibile.

La spedizione è inoltre finalizzata a valutare la fattibilità e stabilire accordi per la realizzazione del progetto ‘’rifugio Cristina Castagna’’ dedicato alla giovane alpinista vicentina scomparsa sul Broad Peak. Progetto approvato dall’Associazione delle Sezioni Vicentine del CAI, per il quale sono stati raccolti circa ventiduemila euro da investire in loco, con le necessarie cautele, come aiuto umanitario alla popolazione della vallata.

Il programma prevede due differenti partenze, il 29 Luglio per gruppo trekking e alpinisti che vogliano acclimatarsi bene, e il 5 Agosto per gli alpinisti ed eventuali trekkers interessati a fare vita di campo base ed escursioni giornaliere nella Diran Gah.

Il viaggio avrà una durata di 16, 23 e 30 giorni con rientri al 13, 20 e 27 Agosto. Inviare prima possibile i dati d’iscrizione a tarcisiobello@hotmail.it  tel. 334-8244111

In allegato la locandina

Segnala questo articolo su:


Torna indietro