Torna "La montagna in divenire": ad agosto tre incontri con Fondazione Courmayeur

Nel secondo appuntamento dell'8 agosto bambini protagonisti con la presentazione (con laboratorio della favola "Una balena va in montagna" di Ester Armanino, edita da Salani e Cai.

Laboratorio "Una balena va in montagna" a Milano (ottobre 2019)

14 luglio 2020 - La Fondazione Courmayeur Mont Blanc propone, per il quarto anno consecutivo, il ciclo La montagna in divenire, in collaborazione con primarie istituzioni della montagna. Tre gli incontri in calendario, tutti in programma presso il Jardin de l’Ange di Courmayeur. Gli incontri possono essere seguiti anche in diretta streaming (per informazioni: www.fondazionecourmayeur.it).

Sabato 1 agosto, ore 18.00, è in calendario la presentazione del libro Andare per rifugi (editore Il Mulino), con gli autori Roberto Dini, Luca Gibello e Stefano Girodo.
Autentiche sentinelle del territorio, i rifugi alpini sono anche scrigni di storia e di memoria: raccontano vicende, a volte epiche, sempre appassionanti, legate ad avventurose ascensioni, alle contese territoriali (sullo sfondo delle guerre mondiali e della Resistenza), alle culture del costruire.
Il volume propone un itinerario che tocca, tra i quasi 2000 siti italiani, i rifugi più emblematici per la storia del rapporto tra uomo e montagna: tra gli altri, il Vittorio Emanuele II (Gran Paradiso), la Capanna Sella ai Rochers e il rifugio Monzino, che si trovano sul Monte Bianco, e nei cui capitoli vengono approfondite la storia e le vicende della scoperta alpinistica e della costruzione di rifugi e capanne sul massiccio.
L’Incontro, organizzato in collaborazione con Cantieri d’Alta Quota e Ordine degli architetti della Valle d’Aosta, è accreditato ai fini della formazione professionale continua degli architetti.

Il ciclo prosegue sabato 8 agosto, ore 10.30, con il laboratorio per bambini Una balena va in montagna, tratto dall’omonimo libro (editori CAI e Salani), con l’autrice, Ester Armanino, Maggiorino Michiardi, guida alpina e maestro di sci, e Alessandro Giorgetta, direttore editoriale del Club Alpino Italiano.
Una balena che sogna le montagne e un bambino che non ha mai visto il mare: sono loro i protagonisti del libro per ragazzi, edito da Salani Editore e Club alpino italiano per la collana “I caprioli”.
Una favola illustrata con acquerelli, rivolta ai bambini dai tre agli undici anni, per avvicinare i più piccoli al mondo della montagna e all’ambiente naturale grazie alla fantasia e all’immaginazione, trasmettendo loro l’importanza di sapersi aprire al diverso, di conoscerlo, accoglierlo e rispettarlo. Testi e acquerelli intendono, poi, insegnare alcuni elementi del ciclo di una risorsa preziosa come l’acqua.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Club Alpino Italiano e la Società delle guide alpine di Courmayeur.

Lunedì 10 agosto, ore 18.00, è in calendario il terzo ed ultimo appuntamento del ciclo, letture e racconti tratti dal libro Mia sconosciuta (editore Ponte alle Grazie), con l’autore Marco Albino Ferrari.
«Dopo tanti, tanti libri dedicati alla montagna – ha scritto Paolo Cognetti – quello di Marco Albino Ferrari, dedicato alla madre, è il più intimo e bello che abbia letto. La montagna c’è ancora: non sullo sfondo ma tutt’intorno a questa donna e questo ragazzino, paesaggio del loro amore segreto.»
È sua madre – figlia ribelle della migliore borghesia – la protagonista di questa storia vera, che ci appare come in un gioco di specchi di fronte all’autore, suo unico figlio. La passione per i ghiacciai, per gli alberi pionieri, per la grande montagna, per la vita in due. I ricordi si allineano riempiendo un mondo speciale e perciò carico di nostalgie.

Comunicato Fondazione Courmayeur

Segnala questo articolo su:


Torna indietro