Terremoto Marche: colpite le sedi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini a Visso e della Sezione CAI di Camerino

Il Presidente del CAI Marche Monelli esprime vicinanza al Presidente del Parco Olivieri per la gravità della situazione. Si attendono verifiche sull'agibilità della sede del CAI Camerino. Diversi Soci tra gli sfollati.

I danni a Visso (foto LaPresse/Settonce Roberto)

27 ottobre 2016 - “Sul territorio colpito dal sisma di ieri sera mi hanno comunicato che la sede della Sezione CAI di Camerino è stata chiusa, in attesa delle verifiche sull'agibilità, e la sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini a Visso è stata gravemente lesionata”.

Queste le parole del Presidente del CAI Marche Lorenzo Monelli, sentito al telefono dalla nostra redazione questa mattina, dopo lo sciame sismico che ha colpito la regione ieri sera. “Voglio esprimere la vicinanza di tutto il CAI al Presidente del Parco Oliviero Olivieri in questo momento difficile per l'importante Area protetta che dirige”.

Monelli spiega che, per quanto riguarda Camerino, la sede della Sezione si trova nel quartiere della Giudecca, in pieno centro storico, e, come per le altre costruzioni della zona, risulta al momento inagibile. Più grave e preoccupante la situazione della sede del Parco dei Monti Sibillini, che si trova a Visso, uno dei Comuni più vicini all'epicentro insieme a Castel Sant'Angelo sul Nera e Ussita.

Tra gli sfollati risultano esserci diversi Soci del CAI nei comuni di Camerino e Sarnano.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro