Terremoto, crollato il centro per l'alpinismo giovanile del CAI Spoleto a Castelluccio di Norcia

Le testimonianze dei presidenti del Gruppi regionali CAI di Umbria e Marche Paolo Vandone e Lorenzo Monelli: "il Monte Vettore si è come squarciato, sconsigliate escursioni sui Monti Sibillini".

Le macerie del Centro AG di Castelluccio di Norcia

31 ottobre 2016 - “A Castelluccio di Norcia è crollato il centro dell'alpinismo giovanile del CAI Spoleto, come del resto tanti altri edifici del paese. La Sezione aveva deciso di creare un centro per i ragazzi a Castelluccio, vista la sua posizione strategica per le escursioni”.

Sono queste la amare parole del Presidente del CAI Umbria Paolo Vandone, sentito telefonicamente dalla nostra redazione questa mattina. “Al momento non ho ricevuto altre segnalazioni di criticità dalle Sezioni umbre. Giovedì è in programma una riunione del Consiglio direttivo direttivo dove faremo il punto. Queste scosse stanno generando una paura atavica nella gente, tutti si sentono impotenti, anche se le reazioni sono diverse da persona a persona. E' davvero un brutto momento”.

“Il nostro territorio è puntellato da quelli che sembrano castelli di carte crollati”, gli fa eco il Presidente del CAI Marche Lorenzo Monelli.Il Monte Vettore si è aperto con squarci impressionanti, il terreno si è come spostato. Sono attualmente in contatto con il Soccorso Alpino, quello che posso dire adesso è che è sconsigliata qualsiasi escursione sui Monti Sibillini. Arriverà il momento di rilanciare il nostro martoriato territorio anche attraverso l'escursionismo, ma adesso è meglio non mettersi in cammino, anche per non ostacolare il passaggio dei mezzi di soccorso”.

Conto corrente “IL CAI PER IL SISMA DELL’ITALIA CENTRALE (LAZIO, MARCHE E UMBRIA)”
Banca Popolare di Sondrio – Agenzia Milano 21
IBAN IT06 D056 9601 6200 0001 0373 X15

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro