Sulle tracce del lupo in Oltrepò pavese: ricerca in campo dei segni di presenza.

Sui rilievi dell’Alta Val Staffora, in occasione dell'escursione organizzata dal Gruppo Grandi Carnivori in collaborazione con il CAI Crema il 24 agosto 2017, sono stati rinvenute numerose tracce di lupo, ma anche di volpe, tasso, faina e riccio.

I partecipanti all'escursione

4 settembre 2017 - Giovedì 24 agosto si è svolta la seconda uscita del Gruppo Grandi Carnivori (GGC) alla ricerca di segni di presenza del lupo nel territorio appenninico dell’Oltrepò pavese.  
L'iniziativa del GGC, realizzata con la collaborazione della sezione del CAI di Crema, è aperta a tutti i soci interessati e ha potuto concretizzarsi grazie alla disponibilità offerta da Regione Lombardia, attraverso l'Ufficio territoriale regionale (UTR) di Pavia nella persona della Dr.ssa Anna Brangi.

Dopo una prima uscita del 13 giugno in Val Tidone nel Comune di Romagnese (destra orografica del Tidone), si è effettuata questa seconda ricerca spostandosi sui rilievi dell’Alta Val Staffora.
La giornata è stata molto proficua grazie al ritrovamento di segni di presenza: lungo il transetto percorso (Brallo-Colleri) sono state, infatti, rinvenute e raccolte numerose fatte presumibilmente di lupo che saranno inviate all’Università di Pavia, da tempo impegnata su questo tema, per le successive analisi. Ne sono state altresì rinvenute altre attribuibili a volpe, tasso, faina, riccio confermando come la zona sia ricca di fauna e in particolare di predatori.

Il lungo percorso è stato l’occasione per approfondire con la Dr.ssa Brangi l’osservazione dei segni di presenza del lupo e le modalità di raccolta e documentazione dei reperti. Va infatti sottolineato che questa iniziativa del GGC ha la finalità principale di fare conoscere ai soci interessati le tecniche basilari di monitoraggio, indispensabili per la gestione, la conservazione e la ricerca scientifica su questa specie.

La buona partecipazione a questa seconda uscita fa pensare scenari futuri dove la presenza di un numero sufficiente di soci CAI, interessati ai temi della conservazione e disponibili a investire un po' di tempo libero, consenta di avviare collaborazioni con gli enti preposti al monitoraggio del lupo nel territorio dell’Oltrepo.

È in via di definizione un'altra uscita in campo nelle prossime settimane di cui sarà data tempestiva comunicazione.
Per ulteriori  informazioni si prega di scrivere al recapito di riferimento in Lombardia del Gruppo Grandi Carnivori CAI (faunacentralp@gmail.com).

Alberto Moro
Referente Alpi Centrali Gruppo Grandi Carnivori

Segnala questo articolo su:


Torna indietro