Successo del Coro CAI Rieti al “Giugno Antoniano 2017”

"Anche a Rieti si può fare ottima ricerca musicale, grazie all’impegno volontaristico di cori come quello del CAI e al carisma di un maestro come Emanuele Stracchi": queste le parole della Pia Unione Sant’Antonio di Padova, organizzatrice dell'evento.

Un momento del concerto

3 luglio 2017 - Standing ovation per il Coro Cai di Rieti al concerto del 19 giugno tenuto presso la Chiesa di San Francesco di Rieti, in presenza di un pubblico attento e numeroso. Il riscontro entusiasta degli spettatori, i loro commenti e il passaparola che si è scatenato hanno confermato la bontà del lavoro svolto fino ad oggi e che il restyling del Coro, iniziato nel 2015 e affrontato con decisione dal maestro Emanuele Stracchi, ha prodotto il bellissimo successo attuale.

A conferma di ciò le parole dell’organizzatore dell’evento: “la Pia Unione Sant’Antonio di Padova di Rieti, organizzatrice dell’evento, si compiace per la qualità sfoderata e per l’attenta lettura di ogni partitura proposta ai numerosi cittadini presenti: di grande emozione, il Coro di zingari Vedi le fosche dal Trovatore di Giuseppe Verdi, calibratissimi i brani della tradizione alpina italiana, di forte impatto l’inedito del compositore reatino Valeri, Communio per la domenica della Palme. Ma, più in generale, l’intera serata del 19 giugno ha rappresentato l’ennesima dimostrazione che anche a Rieti si può fare ottima ricerca musicale, grazie all’impegno volontaristico dei componenti di cori come quello del CAI e all’indubbio carisma di un maestro come Emanuele Stracchi”. 

Comunicato Coro CAI Rieti

Segnala questo articolo su:


Torna indietro