Su il sipario sui festival di agosto

Da Sestriere alle Piccole Dolomiti, una serie ininterrotta di eventi

Il lupo è ospite d'onore in Lessinia...

Sestriere, Valtournenche, Boscochiesanuova, Vallarsa sono le tappe di un ideale grande festival che in agosto celebra la montagna, la sua gente e i suoi miti. Questo mese le rassegne si susseguono quasi senza tregua: vediamo dove e quando. E…buon divertimento con la montagna!

SESTRIERE. Apre la serie dal 4 all’11 agosto il 2° Sestriere Film Festival in occasione della settimana della montagna. In collaborazione con l’Associazione Circolo Polare è in programma nelle giornate della rassegna un’esposizione sulle spedizioni norvegese e inglese al Polo Sud in occasione dei 100 anni del raggiungimento. Il programma è sul sito www.montagnaitalia.com

CERVINO CINEMOUNTAIN. Valtournenche (AO) ospita la quindicesima edizione del Cervino Cinemountain Festival organizzato dal 10 al 15 agosto dall’Associazione culturale Monte Cervino di cui è presidente la guida alpina Antonio Carrel. L’edizione 2012, con la direzione tecnica di Luca Bich e Luisa Montrosset, presenta, oltre ai film in concorso, una serie di incontri con alpinisti, campioni dello sci, registi e scrittori. L’apertura è fissata venerdì 10 alle 21 al Cinéma des Guides di Breuil – Cervinia con i campioni dello sci Herbert Plank, Luc Alphand, Kristian Ghedina, Antoine Dénériaz e l’atleta e allenatore di Gressan Mauro Cornaz. Il giorno seguente, dopo la foto di gruppo con il Cervino, è in programma la tradizionale “cerimonia dell’orma” nella hall of fame dei grandi sciatori lungo la via principale di Cervinia. Il pomeriggio di sabato 11 nel centro polivalente di Valtournenche il festival entra nel vivo con la proiezione dei film in concorso che continua tutti i pomeriggi (inizio alle 16) fino a martedì 14. La serata di sabato 11 è dedicata a uno dei fenomeni dell’arrampicata contemporanea, il diciannovenne ceco Adam Ondra, presente in sala alla proiezione del film “L’apprendista stregone” a lui dedicato. La sera di domenica 12 è dedicata al pioniere del film di montagna Arnold Fanck con la proiezione di alcuni spezzoni dei suoi film e la partecipazione del nipote Matthias Fanck, regista a sua volta e autore di un documentario sul cinema di montagna, e di Jean-Claude Oberto. Lunedì 13 alle 21, alla presenza del regista Davide Carrari, si proietta “Verticalmente démodé”, film su Manolo premiato a Trento. Martedì 14 alle 21, sempre nella sala congressi del Centro Polivalente di Valtournenche, si svolgerà la cerimonia di premiazione nel corso di una serata evento dedicata al Cervino dal titolo “La forma delle montagne”, a cura di Hervé Barmasse, con Kurt Diemberger, Christophe Profit e Alessandro Gogna, mentre nella serata del 15 saranno proiettati i film vincitori. Il programma è sul sito www.cervinocinemountain.it/

LESSINIA. Sarà il lupo uno dei protagonisti del XVIII Film Festival della Lessinia dal18 al26 agosto a Boscochiesanuova (VR) dedicato a vita, storia e tradizioni in montagna. Diretta da Alessandro Anderloni, si tratta di una delle rassegne più titolate e amate dal pubblico per i suoi requisiti culturali e spettacolari. Nella retrospettiva tematica che il festival dedicherà al più celebre e affascinante abitante delle montagne, ci sarà occasione di rivedere il celebre Zanna Bianca nella storica produzione Walt Disney. Per Le Notti del Festival, in programma l’inquietante capolavoro di Neil Jordan “In compagnia dei lupi”, e, in anteprima italiana, una nuova produzione svizzera, “Trapped” di Philippe Weibel. Workshop per bambini, spettacoli teatrali, escursioni e laboratori con i cani addestrati completano il programma di questo omaggio al lupo. La commissione di selezione del XVIII Film Festival della Lessinia ha esaminato 216 film provenienti da 47 paesi di tutti i continenti. Il programma è sul sito http://www.filmfestivallessinia.it/

TRA LE ROCCE E IL CIELO, il Festival “della montagna vissuta con consapevolezza” torna in Vallarsa (TN) dal 30 agosto al 2 settembre. Mostre, film, incontri, uscite sul territorio, convegni, laboratori, concerti, spettacoli, presentazioni di libri sono in programma le quattro giornate della manifestazione - organizzata dall’associazione culturale “Tra le rocce e il cielo” in partnership con Accademia della montagna del Trentino - che si svolge nel suggestivo e incontaminato ambiente della Vallarsa, all’ombra delle Piccole Dolomiti. Il festival si apre giovedì 30 con la giornata dell’arte della montagna. Lo stesso giorno la storia della costruzione della diga di Speccheri, “La diga è una cosa meravigliosa”, viene messa in scena in uno spettacolo teatrale, in prima visione assoluta scritto da Gigi Zoppello e diretto da Mariano De Tassis. Venerdì 31 la giornata dedicata alla vita in montagna sarà centrata sul convegno “Uomo e montagna: paesaggi in trasformazione”. Alla ribalta poi Armando Aste e gli altri protagonisti della prima conquista italiana dell’Eiger. La sera, dopo l’incontro–spettacolo con Davide Sapienza “La musica della neve”, ci sarà “La gioia dell’andar lenti”: l’astrofisica Margherita Hack confronterà la sua esperienza con altri viaggiatori amanti di una salutare lentezza. Sabato 1 settembre il convegno “Piccole scuole, piccole lingue” apre la giornata dedicata alle minoranze linguistiche. Domenica 2 settembre è la giornata della storia. Al mattino, a Campogrosso, si potrà vedere una rievocazione storica con soldati in divisa della Grande Guerra. Durante la festa degli alpini, saranno presentati libri, mostre e sentieri. Nel pomeriggio, all’interno del Progetto “Pasubio 100 anni” sarà presentata la prima linea austro-ungarica che corre vicino all’abitato di Foppiano. Il festival si chiuderà con il concerto dell’Orchestra popolare delle Dolomiti, che presenterà un repertorio sconosciuto, tratto da antichi manoscritti delle Dolomiti di inizio ‘900.Il programma è sul sito  www.tralerocceeilcielo.it

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro