Storie di montagna, due appuntamenti al CAI Rieti

Venerdì 1 giugno 2018 presentazione del libro "L'ultima ascensione", che racconta una tragica salita invernale sul Gran sasso nel 1929. Una settimana dopo proiezione del film "Senza possibilità errore" sulle attività del CNSAS.

La locandina della prima serata

30 maggio 2018 - Due appuntamenti da non perdere al CAI di Rieti che quest'anno celebra i suoi 85 anni di attività: venerdì 1 giugno alle 18,000 la guida alpina Pasquale Iannetti presenterà il libro "L'ultima ascensione", sulla storia di Mario Cambi e Paolo Emilio Cichetti, due giovani romani, soci della SUCAI di Roma, la sottosezione Universitaria del CAI, che nel febbraio 1929 tentarono la prima salita invernale della cresta Sud del Corno Piccolo del Gran Sasso e persero la vita per sfinimento e assideramento.

In copertina, quello che oggi chiamiamo "selfie", l'autoscatto dei due ragazzi, seduti in cima alla montagna, nella neve, in abiti sicuramente inadeguati per le temperature rigidissime che dovettero affrontare. La fatica si legge nei loro sguardi, un sorriso appena accennato.

Altro importante evento, nell'ambito della rassegna CaiCinemont, sarà venerdì 8 giugno alle 21,00. Grazie alla collaborazione con il Trento Film Festival, verrà proiettato il film documentario sul soccorso
alpino "Senza possibilità di errore".

«Ciò che mi ha colpito particolarmente di questi uomini – racconta il regista Mario Barberi – è la grande professionalità con la quale si preparano, nulla è lasciato al caso perché sanno che basta un piccolo, fatale errore per mandare tutto all’aria.»
Il film è raccontato da un personaggio molto noto nel mondo della montagna, Marco Albino Ferrari, direttore di Meridiani Montagne e scrittore di successo.
Il CNSAS - Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico ha patrocinato il film, realizzato anche con il contributo economico di Montura.

CAI Rieti

Segnala questo articolo su:


Torna indietro