Spoleto, recuperato l’ex rifugio antiaereo

Il Gruppo speleologico del CAI Spoleto e il Lions Club locale hanno recuperato e ripulito il rifugio di via del Trivio, riconsegnandolo così alla comunità.

L'ingresso del rifugio antiaereo

1 luglio 2016 - "Il CAI e il Lions di Spoleto hanno lavorato con grande professionalità ed impegno. Si tratta di interventi di cui c’era bisogno, piccole cose che stiamo realizzando grazie al sostegno dei cittadini, delle associazioni e di un forte spirito di collaborazione”.

Con queste parole l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Loretoni ha voluto sottolineare la bontà del progetto, avviato circa un anno fa, insieme al Gruppo Speleologico del Club Alpino Italiano di Spoleto e il Lions Club Spoleto in occasione della conferenza stampa di ieri mattina a Palazzo Mauri.

“Dopo la pulizia del Ponte delle Torri, che riprenderemo a breve appena riusciremo a realizzare gli interventi per garantire agli speleologi di calarsi in condizione di sicurezza – ha aggiunto Loretoni – oggi viene riconsegnato alla città il rifugio antiaereo di via del Trivio dopo i lavori di recupero e di ripulitura”.

Presenti anche Maria Letizia Angelini Paroli e Pietro Rindinella, attuale e futuro presidente del Lions Club Spoleto, Sergio Pezzola, Presidente del C.A.I. sezione di Spoleto e il responsabile del Gruppo Speleologico del C.A.I. Roberto Giorgetti.

“Gli interventi che hanno riguardato la ripulitura del muro esterno del rifugio antiaereo sono stati realizzati nel mese di febbraio lungo una parete di circa 15 metri – ha spiegato Rindinella durante la conferenza – Successivamente abbiamo sistemato anche l’accesso al rifugio sostituendo il portone con una cancello in ferro realizzato dall’artigiano spoletino Mauro Piccioni”.

“Tra le finalità del Lions Club – sono state le parole della Angelini Paroli – c’è quella di lavorare a favore della comunità. Per questo abbiamo fin da subito aderito al progetto, proponendo di recuperare il rifugio, uno spazio che negli anni era stato completamente trascurato e che gli spoletini conoscono appena”.

Come C.A.I. siamo molto orgogliosi di dare il nostro contributo in questo tipo di progetti – è stato l’intervento di Sergio Pezzola – Fin dall’inizio lo abbiamo pensato anche come modello educativo, tant’è che siamo riusciti ad esportare anche fuori regione questa forma di collaborazione con le istituzioni”.

Durante la cerimonia di consegna delle chiavi del rifugio antiaereo, dove in questi giorni è ospitata l’installazione dell’artista Romeo Castellucci, la Presidente del Lions Club di Spoleto Maria Letizia Angelini Paroli ha letto la lettera di ringraziamento del Direttore artistico del Festival dei 2 Mondi Giorgio Ferrara.

Comunicato Comune di Spoleto

Segnala questo articolo su:


Torna indietro