Soci CAI Seniores, bilancio positivo per i due Raduni 2016 di Lombardia e Veneto - Friuli Venezia Giulia e Alto Adige

Centinaia di soci CAI dei gruppi senior sezionali hanno partecipato, il 25 maggio e l'8 giugno 2016, ai raduni di Cavriana (MN) e a Erbezzo (VR). 1.606 soci hanno partecipato, in tutto, ai quattro raduni 2016 svolti fino ad ora.

Il raduno di Erbezzo (VR)

24° Raduno Regionale lombardo  Soci CAI Seniores “Anna Clozza”

Cavriana, mercoledì 25 maggio 2016 - L’invito al 24° Raduno degli Escursionisti Senior del CAI Lombardia, organizzato dal CAI di Mantova, recita: “il punto di ritrovo è in Cavriana sui colli meridionali dell’anfiteatro morenico del Garda. Le dolci colline del Garda, nate là dove i ghiacciai oramai stanchi abbandonavano il pesante fardello di terra e di massi strappati con forza alle montagne. Non vere montagne forse, ma di queste sicuramente figlie”. Hanno quindi tutto il diritto di ospitare il Raduno degli Escursionisti Senior del CAI Lombardo … e non solo.

Cavriana, diciamo la verità, quanti di noi l’avevano mai sentita nominare? Poi si scopre che è stata un punto strategico importante durante la Seconda guerra di indipendenza italiana non meno dei suoi più famosi vicini Solferino e San Martino e che ha offerto ospitalità a Napoleone III dopo aver cortesemente chiesto a Francesco Giuseppe di lasciar libera la camera che occupava. Ma già i Gonzaga ben la conoscevano e ci hanno lasciato in eredità un prestigioso castello purtroppo abbattuto dagli Austriaci nel 1700 che però hanno usato il materiale di recupero per costruire la magnifica Villa Mirra. E per tornare alle colline, da un ben curato museo in Cavriana abbiamo appreso che già nell’ età del bronzo ospitavano i nostri antenati in confortevoli villaggi palafitticoli.

Con queste premesse, grazie alla meticolosa preparazione organizzativa dell’amico Luigi Zamboni del Gruppo Senior CAI di Mantova, alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Cavriana che ci ha accolto con entusiasmo e partecipazione e ad una bella giornata di sole, il Raduno non poteva che riuscire bene.
903 i partecipanti in rappresentanza di 32 sezioni. Di cui ben 125 in rappresentanza di 7 sezioni dei Senior del Veneto che sempre ci onorano della loro presenza. E non dimentichiamo di citare la sezione di Brescia che ha portato ben 128 partecipanti.

Il Raduno è l’occasione per incontrare vecchi amici, per scambiare esperienze, per porre le basi per programmare le escursioni intersezionali del prossimo anno.
Sono state molto apprezzate le escursioni che si sono svolte tra incantevoli laghetti e i dolci saliscendi delle colline.
Nei discorsi delle “autorità” si è posto in particolare evidenza l’amore dei Senior per la montagna, amore contagioso se riesce a far proseliti in età avanzata tra chi mai aveva frequentato i monti. Risultato che ci rende orgogliosi e che ci pone in una posizione di rilievo nella grande famiglia del CAI.

Per concludere, mi è stato riferito che la nostra presenza ed il nostro comportamento hanno lasciato una buona impressione tra i cittadini di Cavriana, voglio ricambiare dicendo loro che abbiamo un buon ricordo anche noi di Cavriana e che sicuramente ci torneremo.

Marcello Sellari
OTTO-E Lombardia
Commissione Escursionismo Seniores
Presidente
NB. Per maggiori dettagli sul Raduno consultare il nostro sito www.caiseniores.lombardia.it

400 “veci” alpinisti a Passo delle Fittanze per il 6° Raduno interregionale CAI Veneto, Friuli Venezia Giulia e Alto Adige 

Mercoledì 8 giugno 2016 - 425 “vecchi” alpinisti si sono ritrovati a Passo delle Fittanze e a Erbezzo (Verona) per il 6° Raduno Interregionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Alto Adige dei Gruppi Seniores del CAI.
Il Raduno quest’anno è stato organizzato dai Gruppi Seniores delle Sezioni CAI di Verona, Cesare Battisti e San Pietro in Cariano e, come prevede il rituale ormai consolidato, al mattino si è realizzato un programma di escursioni tutte in partenza dal Passo delle Fittanze e al pomeriggio un momento di ritrovo e di festa al Palalinte di Erbezzo, dopo la Messa nella Chiesa parrocchiale di Erbezzo.

Il programma delle escursioni consentiva ai partecipanti di scegliere tra una salita al Corno d’Aquilio o al Corno Mozzo, con gli splendidi panorami che spaziano dal Monte Baldo all’Altissimo di Nago, dal Carè Alto alle Cime del Bondone, al gruppo del Brenta; un’escursione a Malga Lessinia e all’Ecomuseo delle Trincee della Lessinia, godendo pure dei panorami verso nord-ovest già ricordati; oppure una tranquilla passeggiata al Bosco della Regina (il più antico e maestoso della Lessinia) e alla Sega di Ala. Le escursioni erano condotte da accompagnatori dei tre gruppi di Verona. Il tempo, malgrado previsioni non positive, è stato clemente ed ha consentito di svolgere tutto il programma previsto: gran parte degli escursionisti non conoscevano la Lessinia e ne hanno apprezzato il carattere di “montagna orizzontale”.

Erano presenti Gruppi Seniores dalle Sezioni di Gorizia, Udine, Treviso, Padova, Cittadella, Feltre, Montecchio Maggiore, Camposampiero, Merano, Mestre, Bassano del Grappa, Mirano, e anche un gruppo da Brescia, oltre naturalmente ai tre gruppi di Verona: in sostanza 16 dei 20 gruppi seniores attivi nell’area Veneto Friuli Venezia Giulia e Alto Adige.

Al pomeriggio, dopo la Messa nella Chiesa parrocchiale di Erbezzo, al Palalinte è iniziata la festa, con i saluti del Sindaco di Erbezzo Lucio Campedelli e dei rappresentanti nazionali e locali del CAI. Il clima si è subito surriscaldato, complici i piatti che i gruppi si erano portati da casa, come da tradizione, e i prodotti locali che gli sponsor avevano offerto. Non è mancato ovviamente il vino, che ha contribuito all’avvio di una gara di cori tra i padovani, integrati da altri amici, con un repertorio montano e popolare classico, e i veronesi, con un repertorio evergreen anni ’60.

La comunità locale ha accolto bene l’iniziativa, prestando tutta la collaborazione necessaria. Il Comune ha messo a disposizione il Palalinte, che ha una capienza di 500 posti, per l’incontro del pomeriggio. Il Gruppo Alpini ha dato una mano per allestire il Palalinte con tavoli e panche per consentire una comoda merenda.
Anche gli organizzatori sono molto soddisfatti dell’esito della manifestazione, che è stata unanimemente apprezzata dai Soci presenti: 59 Soci seniores dei tre gruppi veronesi hanno contribuito al buon esito del Raduno, accompagnando i gruppi in escursione, occupandosi dei parcheggi, della registrazione dei partecipanti, dell’allestimento del Palalinte.

Maurizio Carbognin
Coordinatore GSS CAI Verona
(e Referente per il 6° Raduno di Erbezzo)

----

Desideriamo aggiungere un grazie particolare a chi ha catturato con foto i momenti salienti che hanno ritmato i due Raduni.
Grazie agli amici di Cavriana, 24° Raduno della serie Lombarda, che per la 6° volta conferma la sua vicinanza a quello “Veneto” (sottinteso Euganeo, Giuliano ed Alto Atesino) – vicinanza che stavolta oltre che temporale, con sole 2 settimane in mezzo, è anche geografica tra province di qua e di là del Mincio, Mantova e Verona. Cliccando qui, trovate le foto che avete condiviso.

E grazie a quelli di Erbezzo, il cui Raduno più di ogni altro ha espresso lo spirito di Raduno intersezionale e interregionale tra Gruppi Seniores. Le loro foto fanno riscoprire a tutti, chi c’è stato e chi no, la sensazione della montagna che affratella, anche in versione “dolci pendii” come quelli trovati in Lessinia. Cliccando qui, si trovano le foto ricevute, alcune davvero “pastorali”.

A confrontare alcune foto dei due Raduni, una gara di cori a distanza si direbbe finita ex aequo, anche se la prima foto che trovate nella spazio foto di Cavriana (la  0.IMG_9340.JPG) mostra un classico coro di fine libagioni che si intuisce a gole spiegate. La gara invece alla partecipazione incrociata l’hanno stravinta i Veneti (125 a Cavriana), contro i Lombardi (40 a Erbezzo). Ma al di là dei numeri, questa capacità tipica dei  Soci Seniores di “incontrare vecchi amici, scambiare esperienze, porre le basi per programmare le escursioni intersezionali del prossimo anno” (sono parole del Presidente Sellari), è espressione di quella preziosa capacità di “far rete” che i Gruppi Seniores possiedono nelle esperienze di montagna e/o nei progetti relativi,  che solo nei Raduni è ben visibile ma che costituisce un loro costante apporto di valore al CAI.

Contro le previsioni, questo 3° articolo non sarà l’ultimo dei tre che pensavamo per i Raduni Seniores 2016. Il Raduno di Centro Italia al Monte Giano (Antrodoco, Lazio)  partecipato dai Gruppi Seniores dei CAI Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche è stata, causa maltempo, rinviata da giovedì scorso 9/6 proprio a quest’oggi. Ci sarà dunque un ultimo articolo di aggiornamento e consuntivi.

Ma non possiamo non anticipare almeno due contatori, relativi ai 4 Raduni (LPV, SIC/CAL, LOM Cavriana, AA/VFG Erbezzo) - avvertendo solo che non sono finali, ma la miglior stima alla data:
Il primo è il contatore delle Presenze ai Raduni 2016, a quota 1606.
Il secondo è il numero di Gruppi Sezionali Seniores rappresentati: 55 (Gruppi come quelli di Brescia o Verona che hanno partecipato ad entrambi i Raduni li contiamo due volte).  
Per i Raduni di Cavriana ed Erbezzo infine, è disponibile il dettaglio dei due contatori per ogni Gruppo Senior partecipante (vedi nel rispettivo spazio per le fotografie).

Dino Marcandalli
Coordinatore GdL Seniores CCE

Segnala questo articolo su:


Torna indietro