Sentieri aperti a tutti

Il CAI Lazio apre il progetto LH-LHT, con l'obbiettivo di portare a conoscere l'escursionismo anche a persone con disabilità motorie

2 agosto 2018 - L'aria frizzante, i suoni incontrastati, gli odori e le rugosità dei boschi e di ogni ambiente non antropizzato, sono tesori inaccessibili per chi è costretto all'immobilità: per questo apre il Progetto dei sentieri LH-LHT, un progetto di percorsi che favoriscano la loro percorribilità rispettando le esigenze fisiche e morali dei fruitori, dei percorsi con una particolare facilità di accesso, sia di arrivo che di partenza, con opportuni posti sosta.

L’Acronimo LH (Lazio Handicap escursione) definisce un sentiero per persone non deambulanti aiutate con opportuni ausili speciali su mono ruota.

L’acronimo LHT (Lazio Handicap escursione Tattile) definisce un sentiero che privilegia la persona con disabilità visiva in un percorso guidato da un Accompagnatore o da un corrimano in legno capace di assicurare al non vedente il senso di orientamento e la sicurezza nello spazio intorno ad esso, quasi come teleguidato attraverso la natura.

I materiali di posa e la segnaletica fanno riferimento alle note Tecniche del Gruppo di Lavoro Sentieri della CCE (Commissione Centrale di escursionismo) Ottobre 2008 e specificate nel capitolato LH. In aggiunta a questa, per la prima volta saranno utilizzate tabelle braille.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro