Scuola intersezionale di alpinismo giovanile La Cordata: via ai corsi 2019

I due corsi (base e avanzato) delle Sezioni di Alessandria, Novi Ligure, Ovada e Tortona coinvolgono ogni anno una cinquantina di ragazzi tra gli 8 e i 17 anni. Primo appuntamento 2019 domanica nel Parco del Monte di Portofino.

Una pausa durante l'arrampicata

9 gennaio 2019 - “Imparare facendo” è lo slogan con cui le Sezioni CAI di Alessandria, Novi Ligure, Ovada e Tortona hanno aperto le iscrizioni ai corsi di alpinismo giovanile dedicati a chi comincia (corso base) e chi vuole perfezionarsi (corso avanzato).

I corsi intersezionali della Scuola di alpinismo giovanile "La Cordata" si rivolgono a ragazzi dagli 8 ai 17 anni. L’obiettivo è quello di far conoscere a bambini e adolescenti la montagna in modo divertente e responsabile. Divertente nella pratica delle diverse attività proposte (escursionismo estivo, escursionismo invernale con racchette su neve, arrampicata, vie ferrate, speleologia, mountainbike, torrentismo ecc.), responsabile nel far passare il messaggio che la sicurezza è un elemento indispensabile e che amare la montagna vuol dire conoscere e rispettare l’ambiente naturale.

Il corso sarà imperniato in una serie di gite che passano dall’apprendimento delle varie discipline proposte, appunto, svolgendole.

I corsi durano tutto l'anno. Il corso Base avvicina i più giovani e inesperti alla frequentazione proponendo escursioni dalle minime difficoltà. Poi il corso Avanzato che si rivolge a chi ha un po' di esperienza, per fornire basi tecniche per avvicinarsi alle varie discipline alpine nella massima sicurezza.

Ogni anno partecipano al corso circa una cinquantina tra ragazze e ragazzi (numero massimo), guidati da Accompagnatori nazionali, regionali e sezionali formati dalle Scuole del Club Alpino Italiano.

Le quattro sezioni piemontesi hanno appena messo in calendario la prima escursione, prevista domenica prossima 13 gennaio alla scoperta del Parco del Monte di Portofino.

Per iscrizioni e informazioni è disponibile il gruppo Facebook della Scuola

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro