Scuola centrale di alpinismo giovanile, incontro al rifugio Zamboni Zappa

Sabato 12 e domenica 13, l'incontro si svolge nella cornice del Monte Rosa L'obiettivo è quello di scambiarsi buone pratiche e aumentare le relazioni tra l'organismo centrale e le scuole regionali e interregionali

22 settembre 2020 - Sabato 12 e domenica 13 settembre, si è svolto presso il Rifugio Zamboni Zappa, nella splendida cornice offerta dalla parete est del Monte Rosa, il secondo appuntsmento, focalizzato sullo scambio di buone pratiche, organizzato dalla Scuola Centrale di Alpinismo Giovanile (SCAG).

I due incontri, (il primo si è svolto l’8 e 9 agosto presso il Rifugio Agostini), hanno coinvolto complessivamente una trentina di Accompagnatori Nazionali di Alpinismo Giovanile operanti sull’intero territorio nazionale. Tra gli obiettivi degli incontri c’era infatti anche la volontà di migliorare ed aumentare le relazioni fra l’organismo centrale rappresentato dalla SCAG e le Scuole Regionali ed Interregionali di Alpinismo Giovanile, rappresentati dai rispettivi Direttori e Vicedirettori.

Il secondo incontro è iniziato nella mattinata di sabato 12 settembre presso la sede del Cai di Piedimulera, il lavoro in aula è stato incentrato sul Progetto Educativo e sui Temi del Metodo recentemente approvati dal CC del Cai. Uno spazio di discussione è stato dedicato anche al tema della ripartenza delle attività sezionali con i ragazzi. Senzia dimenticare la necessità di rimotivare l’impegno degli Accompagnatori messo a dura prova dal lungo periodo di stop, imposto dalle disposizioni emesse per il contenimento del virus COVID 19. Nel pomeriggio il trasferimento al Rifugio Zamboni Zappa e lo svolgimento delle attività pratiche su roccia e su neve previste nei nuovi piani didattici per la formazione degli Accompagnatori. L’incontro si è concluso nel tardo pomeriggio di domenica, le valutazioni finali dei partecipanti hanno espresso l’apprezzamento per questo metodo nuovo operativo e l’impegno a continuare l’opera di armonizzazione fra gli Accompagnatori in previsione anche degli impegni formativi programmati per il prossimo anno.

Per il 2021 sono infatti in programma oltre al recupero degli aggiornamenti saltati causa COVID 19, il Corso Nazionale per la formazione di nuovi ANAG e 6 corsi regionali per titolati di primo livello.

Fabrizio Miori
Direttore SCAG

Segnala questo articolo su:


Torna indietro