Responsabilità Accompagnamento in Montagna (RAM): Giornata di formazione e aggiornamento del Club alpino italiano a Catania

Sabato 28 aprile la 6^ edizione di questo importante momento formativo è rivolta agli Istruttori e Accompagnatori CAI del Centro Sud e, per la prima volta, anche a quelli appartenenti ad altre associazioni. Interverrà il Presidente generale Vincenzo Torti

Vista dell'Etna

26 aprile 2018 - Una giornata di formazione e aggiornamento, aperta a tutti coloro che frequentano l'ambiente montano o le Riserve Regionali, sulla responsabilità dell'accompagnamento in montagna, un'attività non scontata, che comporta profili di responsabilità di chi accompagna.

E' questo il tema del sesto appuntamento nazionale della RAM (Responsabilità nell'Accompagnamento in Montagna),  organizzato dal Club alpino italiano sabato 28 aprile, a Catania, nella sala conferenze del Palazzo della Cultura, in via Vittorio Emanuele (inizio lavori ore 8).

Dopo gli eventi di Bergamo, Roma, Novara, Pordenone e Perugia, questa edizione siciliana, denominata RAM6, oltre a essere rivolta agli Istruttori e Accompagnatori CAI provenienti dalle regioni del Centro Sud Italia, si apre per la prima volta agli iscritti ad altri enti e associazioni che promuovono la frequentazione della montagna in modo organizzato.

Il Programma itinerante RAM, voluto dal Presidente Generale del CAI, avvocato Vincenzo Torti, che sarà presente a Catania insieme a Giancarlo Spagna (relatore in tema di assicurazioni), si conclude così alle pendici dell’Etna, dove la montagna è un vulcano, con un suo rischio specifico.

Entrando nel dettaglio, la giornata tratterà gli aspetti legali e assicurativi dell'accompagnamento, a partire dalle due discipline fondanti la Responsabilità dell'Accompagnamento in Montagna: la Disciplina legale e la Disciplina Assicurativa, la cui consapevolezza è nel bagaglio di ogni Istruttore o Accompagnatore formato dal Club Alpino Italiano.

L’attenzione sarà quindi dedicata alle Buone Pratiche Trasversali, all’interazione tra gli organi tecnici, al fine di identificare i criteri atti a prevedere e a moderare le diverse tipologie di rischio di cui l'Istruttore e l’Accompagnatore CAI (o di altre Associazioni) si fanno carico con il meccanismo dell’Affidamento accettato dall’Accompagnatore: dal Rischio infortunio di un accompagnato, al Rischio Responsabilità civile di cui l’Accompagnatore si fa carico nei confronti di un partecipante che gli si affida, al Rischio specifico di accompagnamento nelle Aree Vulcaniche e Geotermiche che l'evento catanese affronta per la prima volta.

I relatori porteranno all’attenzione dell’uditorio buone pratiche trasversali, mirate a specifiche tipologie di accompagnati (minori, sia Soci CAI, sia alunni di scuole, scout o gruppi parrocchiali, nonché diversamente abili, fisici o psichici).

Come per gli altri eventi sino ad oggi realizzati, sarà possibile visionare tutta l’attività del convegno attraverso lo streaming sul canale Youtube del Club Alpino Italiano a questo link: 
https://www.youtube.com/c/CAIClubAlpinoItaliano/live.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro