Quasi trecento arrampicatori al Sondrio Street Climbing 2018

Una giornata di arrampicata urbana quella organizzata dalla Sezione Valtellinese del CAI Giovani lo scorso 14 aprile, che ha permesso di mettere in luce scorci, elementi architettonici e luoghi che spesso passano inosservati.

Foto Ambrogio Gobbi

24 aprile 2018 - Sabato 14 aprile si è conclusa con successo la settima edizione di Sondrio Street Climbing, organizzata dalla Sezione Valtellinese del CAI giovani. Dopo una pausa di due anni, l’edizione 2018 ha preso la rincorsa ed è tornata con ancora più energia.

Per una giornata Sondrio è stata invasa da tanti climbers che, armati di scarpette, magnesite, crash pad e tantissima passione si sono divertiti a scalare palazzi e monumenti fra le vie del centro. Quasi trecento arrampicatori, infatti, hanno popolato il capoluogo valtellinese sfidandosi in un percorso di 36 passaggi boulder di varia difficoltà.

I numerosi partecipanti si sono iscritti sin dalla mattina alla postazione di Piazza Garibaldi e, mappa alla mano, si sono lanciati alla “conquista” della città. Una gara faticosa, di agilità e intelligenza dove però a distinguersi sono state certamente l’onestà, le strette di mano e la voglia di divertirsi tutti insieme. Emozionante vedere oltre a tanti giovani e ragazze di talento, anche
moltissimi bambini che con grande spontaneità e altrettanta gioia hanno provato alcuni passaggi destinati ai più grandi. Altri invece hanno utilizzato la piccola palestra di arrampicata a loro destinata, ma non per questo si sono cimentati con meno grinta e agilità.

Complice la stupenda giornata primaverile e un clima davvero gradevole, anche un numeroso pubblico, incuriosito dall’evento, ha affollato il centro cittadino. Tanti i passanti stupiti di fronte all’insolita ma divertente presenza di climbers alle prese con estetici passaggi su strutture normalmente destinate ad altri usi. Archi, pilastri, muri sono stati ravvivati dalla fantasia portata dai tanti ragazzi che hanno partecipato alla giornata: molti provenienti da altre regioni italiane ma anche dall’estero.

Questa giornata di arrampicata urbana ha permesso di mettere in luce scorci, elementi architettonici e luoghi che spesso passano inosservati. Merito anche della bellezza dei passaggi tracciati dal giovane “Ragno” Matteo de Zaiacomo, ognuno con un’anima e uno stile diverso quasi a rappresentare nell’insieme la molteplice varietà del contesto urbano in cui erano situati. Molti hanno apprezzato anche le funamboliche acrobazie di alcuni ragazzi della Slackline Brescia Asd, che per tutta la kermesse si sono alternati su una high line tesa fra la torre campanaria e il palazzo della banca Credito Valtellinese in Piazza Campello.

Proprio qui, come da tradizione, si sono svolte le semifinali sulle colonne d’ingresso alla banca. Una sfida ad eliminazione di grande impatto visivo che richiede agli atleti forza, agilità e anche un pizzico di fortuna.
A seguire, i due vincitori della selezione si sono contesi le prime posizioni del podio sul campanile che, con i suoi oltre quaranta metri di altezza, svetta al centro della città. Questo duello di notevole capacità tecnica e resistenza ha certamente emozionato la folla radunatasi nella piazza per assistere al momento. Tutti erano con la testa all’insù, curiosi e appassionati del settore, per non perdersi nemmeno un istante della vertiginosa salita. A rendere ancora più incoraggiante il tifo della folla, la presenza di Climbing Radio che sin dalla mattinata ha accompagnato i partecipanti con la sua musica.

Si sono inoltre distinte per tenacia e intraprendenza le numerose ragazze e il gruppo degli under 16 che hanno preso parte al circuito e che sonostati valorizzati con due classifiche a loro dedicate.
La giornata si è conclusa con cena, premiazioni e festa presso la Casa del Rugby. Moltissimi anche qui i partecipanti che, nonostante la stanchezza, hanno deciso di condividere fino alla fine le emozioni della giornata per poter festeggiare insieme e congratularsi con i vincitori. Apprezzatissima la cena a base di pollo, patate e birra, così come l’estrazione a premi finale. Un successo, quello del Sondrio Street Climbing, dovuto anche alla preziosa partecipazione dei tanti volontari che hanno contribuito alla complessa organizzazione dell’evento.

Fra questi un contributo particolare è stato dato dalla Scuola di Alpinismo e Sci Alpinismo “Luigi Bombardieri” della sezione del CAI Valtellinese di Sondrio che da sempre ha creduto inquesta iniziativa. Un grazie di cuore da parte dell’organizzazione va dunque a tutte quelle persone che anche quest’anno hanno creduto nell’evento, alle autorità cittadine e agli sponsor la cui generosità ne ha permesso la realizzazione. L’augurio è di ritrovarci nuovamente la prossima primavera, con un sostegno rinnovato da parte di tutti e con una partecipazione ancora più numerosa.

I VINCITORI

CATEGORIA MASCHILE
1) BELLOTTI FABIO
2) COTTA RENATO
3) TANGARI RAFFAELE
4) CAPPA TANCREDI
5) STREPPALAVA LUCA
6) MARTINELLI FEDERICO
7) DEGHI MATTEO
8) GIACOMO OLIVO

CATEGORIA FEMMINILE
1) CARAMELLA SARA
2) MASCETTI SIMONA
3) CALIFANO FEDERICA

UNDER 16
1) RICCARDO BARBABIANCA
2) NIGOTTI ALBERTO
3) POZZOLI ELIO

Comunicato CAI Giovani Sezione Valtellinese

Segnala questo articolo su:


Torna indietro