Quale futuro dopo il sisma del 24 agosto? Ministero dell'Ambiente e Federparchi ad Amatrice

Il 20 settembre 2016 il Sottosegretario Barbara Degani e il presidente Giampiero Sammuri si incontrano per dare sostanza a strategie e impegni per la ricostruzione materiale e sociale.

La tendopoli di Amatrice

20 settembre 2016 - Ad Amatrice, oggi 20 settembre, si incontrano il Ministero dell'Ambiente e Federparchi: il sottosegretario all'Ambiente Barbara Degani e il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri per dare sostanza a strategia e impegni.

Lo sciame sismico continua e questa notte si è verificata un'ulteriore scossa di magnitudo 4.1. C'è necessità di intervenire ad Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e dintorni con l'inverno alle porte, la temperatura che si abbassa e le tende chiaramente inadeguate. C'è l'appello di Marco Salvetta, Presidente della Sezione Cai Amatrice, con la necessità di ricevere 'Case subito' per poter restare ad abitare nelle "terre alte", fondamento per una speranza di rinascita come Genti di Montagna.

L'intervento nei paesi deve essere immediato per soddisfare le esigenze primarie di salute, ma la ricostruzione fisica dei luoghi chiede tempi lunghi e va pensata bene nelle modalità e nelle funzioni attingendo a risorse mentali e professionali giuste. C'è poi la ricostruzione sociale, con identità, tradizioni e presidio dei luoghi ed è questo un processo che necessità di motivazioni, continuità e partecipazione. In questo le popolazioni di montagna sono state segnate proprio mentre era in atto la fruizione naturalistica e culturale che rappresenta un significativo volano per le zone interne dove paesaggio e storia si legano. Il Turismo di qualità è d'Appennino ed è questo tema che nell'incontro si vuole rilanciare attraverso la riflessione sulle possibilità offerte dalla Carta Europea del Turismo Sostenibile - CETS. L’appuntamento è al ristorante “Lo Scoiattolo”, in località Ponte a Tre Occhi.

La catena dei Monti della Laga, uno dei gruppi montuosi più singolari d'Appennino, con Amatrice capoluogo è Parco Nazionale,  insieme al Gran Sasso d'Italia e ai Monti Gemelli. All'incontro interverranno quindi il Presidente del Parco Tommaso Navarra con “L’impegno del Parco per il futuro dei territori; la partecipazione alla pianificazione e alla gestione”;  Stefano Landi (SL&A) con "Le opportunità offerte dal Piano strategico di sviluppo del turismo nel periodo temporale 2017-2022" e Simone Dalla Libera, Agenda 21 consulting, con “La Carta europea del turismo sostenibile, uno strumento per i territori".

Il sisma è devastante, si insinua con un attimo e travolge in modo esteso, anche se senza vittime, si fa sentire pesantemente. L'Italia è attraversata da questo tangibile fenomeno naturale che ricorre, ma la risposta preventiva è inadeguata. Non possiamo dire quando, ma possiamo affermare che in zona simica 1 ci saranno terremoti di forte intensità. E' necessario crescere nella pianificazione e gestione di visione, crescere nella coscienza collettiva di condivisione che alimenti e indirizzi aspettative e speranze. Si vuole uscire dalle secche sulle emergenze dove tutti inseguono il pallone; è necessario evolvere per agire "con" e non "per".

Filippo Di Donato
Presidente CAI CCTAM

Ricordiamo che il CAI ha aperto una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni terremotate.
Conto corrente “IL CAI PER IL SISMA DELL’ITALIA CENTRALE (LAZIO, MARCHE E UMBRIA)”
Banca Popolare di Sondrio – Agenzia Milano 21
IBAN IT06 D056 9601 6200 0001 0373 X15

Segnala questo articolo su:


Torna indietro