"Prudenti in Falesia": nuova iniziativa di prevenzione del Tavolo trentino della Montagna, con testimonial Adam Ondra.

Il 5 giugno 2017 la presentazione di un progetto, che coinvolge anche la SAT, alla falesia “Family San Martino di Arco” con gli alunni delle scuole locali. Sarà affisso un poster informativo nelle falesie e nei rifugi della zona.

I ragazzi con Adam Ondra

6 giugno 2017 - Avvicinarsi all'arrampicata con qualcuno che sia molto bravo a scalare; prestare molta attenzione quando si fa sicurezza al compagno di cordata; non sporcare; e soprauttutto divertirsi.  Sono alcuni dei consigli che Adam Ondra, il più forte arrampicatore al mondo, ha dato ieri mattina agli alunni degli Istituti compensivi Riva 1 Damiano Chiesa, Riva 2 Sipio Sighele e Garda Scuole, protagonisti della giornata organizzata dal "Tavolo trentino della Montagna" alla falesia “Family San Martino di Arco”, creata dal Comune per soddisfare le famiglie di climbing locali e gli ospiti presso le strutture recettive della zona.

All'evento hanno partecipato, tra gli altri, l'assessora alla Sport del Comune di Arco, Maria Luisa Tavernini, il presidente di Ingarda, Marco Benedetti, il direttore sportivo di Rock Master, Angelo Seneci, il progettista della falesia, Ruggero Cazzoli e i rappresentanti del Tavolo trentino della Montagna, costituito da Soccorso Alpino-Servizio Provinciale Trentino, Accademia della Montagna, Collegio delle Guide alpine del Trentino, Sat e Associazione Gestori dei Rifugi del Trentino.

L'iniziativa s'inquadra nell'ambito delle attività del Tavolo per la prevenzione degli incidenti in montagna che questa volta ha voluto puntare i riflettori sull'arrampicata in falesia, chiedendo, in collaborazione con Ingarda e il Comune di Arco, ad Adam Ondra di fare da testimonial.
Per l'occasione sono stati realizzati un poster e un depliant informativo a fumetti disegnato dall'illustratore Marco Tabilio con dieci regole da rispettare quando si arrampica in falesia che Adam Ondra, insieme al presidente delle Guide alpine del trentino, Martino Pederlongo, il vicepresidente del Soccorso alpino del Trentino, Enzo Parisi, la direttrice dell'Accademia della Montagna, Iva Berasi e il rappresetante della Sat, Mauro Mazzola, ha illustrato agli studenti.

“Sono sempre di più i giovani – hanno spiegato i rappresentanti del Tavolo - che praticano l'attività dell'arrampicata e per promuovere una cultura della prevenzione e della prudenza anche nell'arrampicata in falesia abbiamo realizzato del materiale informativo che sarà distribuito tramite le Apt e affisso nelle principali falesie e rifugi del Trentino”.
Gli alunni che hanno partecipato all'iniziativa hanno poi scalato insieme al grande Adam Ondra e alle Guide Alpine del Trentino.

Comunicato Tavolo trentino della Montagna

Segnala questo articolo su:


Torna indietro