Prospettiva medica su scialpinismo e freeride: al CAI Bolzano serata con Giacomo Strapazzon

Il 25 ottobre 2018 si parlerà di valanghe, di come e quando combattere l’asfissia in caso di seppellimento e dell'importanza degli aspetti medici in caso di soccorso.

22 ottobre 2018 - Il CAI Bolzano nell'ambito delle "Serate Culturali 2018", organizza, giovedì 25 ottobre alle ore 20.30 al Teatro Comunale di Gries, una serata con il dott. Giacomo Strapazzon (ingresso libero).

Vicedirettore dell’Istituto per la Medicina d'Emergenza in Montagna di Eurac Research, membro della Scuola Nazionale Medici del CNSAS e delegato ICAR medcom, presenterà "Powder & Docs: una prospettiva medica su scialpinismo e freeride".

La natura della neve rimane ancora misteriosa, così come i suoi effetti su chi rimane sepolto sotto una valanga. Si cercherà insieme di scoprirli e per farlo ci racconterà di Storie di neve e valanghe: dalle Alpi alle Rockies Canadesi, dai Fiordi Norvegesi alle isole del Giappone. 

Parlerà, quindi, di come e quando combattere l’asfissia sotto la valanga con nuovi e vecchi device, e di come anche la ricerca scientifica ci abbia dimostrato l’efficacia dell’airbag accanto agli immancabili  ARTVA, pala e sonda. Cammineremo insieme tra miti ed ombre della curva di sopravvivenza in valanga e scopriremo insieme quanto sia importante stimolare l’interesse per gli aspetti medici del soccorso in valanga, perché il 74% dei sopravvissuti viene disseppellito dai suoi compagni e non dal soccorso organizzato. Insegnerà, quindi, come usare una checklist medica per guidarci quando tutto sembra perso in quel silenzio che segue il soffio di una valanga.

Ma accanto alla sua passione per la neve, vuole raccontarci anche di quella per la medicina di montagna.

CAI Bolzano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro