Progetto Vento, missione compiuta!

Pubblichiamo il resoconto di uno dei soci del CAI Este che hanno pedalato da Venezia a Torino per il 150° del sodalizio

L'arrivo a Torino dei soci di Este

Il 5 ottobre scorso alle 12 in punto il gruppo dei sei cicloescursionisti del CAI di ESTE (uno in verità appartiene alla SAT di Arco)  ha fatto il suo ingresso in piazza Castello a Torino, accolti festosamente da un folto manipolo di soci piemontesi.

Ci sono volute otto tappe e 750 chilometri per pedalare da Venezia sino al capoluogo sabaudo e giungere al gran finale presso il Museo della Montagna dove era in corso il VI Raduno nazionale di cicloescursionismo: nell’occasione, nella sala degli Stemmi, sono state consegnate al direttore Audisio le bandiere che han fatto da testimoni nel PedalaItalia del 2009.

Durante la lunga pedalata abbiamo ammirato città d’arte come Mantova, Cremona e Pavia e piccoli gioielli come Casale Monferrato e Chivasso; siamo stati ospiti di una festa del riso nel Polesine ed abbiamo ammirato l’impegno dei volontari della casa-famiglia di San Lorenzo nel Mantovano. Ancora, abbiamo visto come si lavorava nelle risaie cento anni fa ed incontrato un arzillo 87-enne che continua a passeggiare lungo le rive del suo fiume.

Il bagaglio di esperienze che porteremo con noi sarà dunque quello degli incontri umani con gli abitanti delle rive del Po: un grazie soprattutto agli amici di Porto Tolle ed ai soci CAI di Mantova, Cremona, Pavia , Casale e Chivasso che con la loro ospitalità hanno reso possibile questa pedalata.

Vento non si ferma qui: il lavoro proseguirà, guidati dal Politecnico di Milano, per giungere alla realizzazione concreta della grande pista ciclabile da Venezia a Torino ed il CAI piemontese si sta già muovendo affinché il tracciato si spinga sino alle sorgenti del grande fiume, così importanti per la storia del nostro Sodalizio.

Buon pedale a tutti.

Per vedere le foto http://www.flickr.com/photos/loscarponecai150/sets/72157636544148856/

Claudio Coppola

Segnala questo articolo su:


Torna indietro