"Prodotto di montagna": ecco il marchio che identifica qualità e territorio

Utilizzabile per le materie prime che provengono da zone montane e per alimenti trasformati in montagna, intende valorizzare il lavoro dei produttori delle terre alte e consentire ai consumatori il supporto del loro valore economico, sociale e ambientale.

Il marchio "Prodotto di montagna"

27 febbraio 2018 - Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha presentato ieri a Sondrio il marchio identificativo del regime di qualità "Prodotto di Montagna". Il logo, realizzato dal Mipaaf, è verde con una montagna stilizzata e potrà essere utilizzato sui prodotti previsti dal regime di qualità. L'indicazione facoltativa di qualità "prodotto di montagna", infatti, è utilizzata per le materie prime che provengono essenzialmente da zone montane e nel caso degli alimenti trasformati, quando trasformazione, stagionatura e maturazione hanno luogo in montagna.

"Il nostro obiettivo - spiega il Ministro Martina - è valorizzare meglio il lavoro dei produttori delle zone montane. Parliamo del 17% del totale delle imprese agricole italiane e di un terzo degli allevamenti. L'economia agricola della montagna è un pilastro fondamentale per la tenuta dei nostri territori, anche contro il dissesto idrogeologico. Con il regime di qualità e questo nuovo marchio i consumatori potranno riconoscere più facilmente dalle etichette le produzioni e supportare queste attività e il loro valore non solo economico, ma sociale e ambientale". Parole confermate dal Presidente di Uncem Enrico Borghi, seocndo il quale "questo ulteriore passaggio sull'agricoltura montana è un aiuto concreto all'economia dei nostri territori montani".

Uncem

Segnala questo articolo su:


Torna indietro