Prende il via la quinta edizione de 'Le vie dei monti'. Il CAI di Bologna porta in città le grandi e piccole storie della montagna di oggi.

Venerdi 24 febbraio 2017 apertura con Nives Meroi e Romano Benet al Cinema Lumiére del capoluogo felsineo. Ingresso libero.

La spedizione sul Makalu del 2007

22 febbraio 2017 - Bologna ha dimostrato di essere una città di pianura dotata di una profonda curiosità per le terre alte. Le vie dei monti, rassegna di cinema e cultura della montagna, torna dunque per offrire al variegato pubblico felsineo 4 serate tra cinema, montagna e le grandi e piccole storie d'alta quota che contraddistinguono il marchio di fabbrica di questo progetto, organizzato da CAI di Bologna con la collaborazione di YAK, Cineteca di Bologna e Trento Film Festival.

Il primo evento della rassegna sarà venerdì 24 febbraio alle ore 20 presso il Cinema Lumière di Via Azzo Gardino 65. La coppia degli Ottomila, Nives Meroi e Romano Benet, incontreranno il pubblico bolognese presentando la propria peculiare via all'alpinismo.

Questa coppia si è fatta le ossa sulle montagne del Friuli, e nonostante le risorse economiche limitate, ma animati da una filosofia organizzativa basata su un concetto di basso profilo, è riuscita nel tempo a raggiungere traguardi di rilevanza internazionale, consegnando i loro nomi all'attenzione di pubblico e stampa.

13 Ottomila all'attivo, l'ultimo, il Makalu, conquistato nemmeno un anno fa, tutti in stile alpino e senza mai rinunciare ad un approccio etico e rispettoso della montagna stessa.

Nives Meroi e Romano Benet, accompagnati durante la serata dal direttore di Montagne 360° Luca Calzolari, presenteranno al pubblico inoltre i filmati del video Tre volte sul Makalu, con le immagini girate in prima persona a riassumere le tappe delle loro imprese alpinistiche.

La serata sarà a ingresso gratuito e libero fino ad esaurimento posti, in virtù dell'impegno del CAI di Bologna a cercare di avvicinare il pubblico di casa ai temi legati al mondo della montagna, all'esplorazione ed alla tutela dei suoi territori.

La rassegna prevede altre 3 serate distribuite fino al mese di aprile. Il 23 marzo sarà proiettato in prima visione cittadina alla presenza di registi e produttori il film Ninì di Gigi Giustiniani e Raffaele Rezzonico, che racconta la storia d'amore tra Gabriele Boccalatte e Ninì Pietrasanta attraverso materiale foto-cinematografico girato direttamente dai protagonisti. Il giorno 6 aprile verrà presentata una seconda anteprima cittadina, il film Solo di cordata del regista Davide Preti, anch'egli presente insieme al giornalista Roberto Mantovani, che traccia un ritratto dell'alpinista Renato Casarotto. Il 20 aprile si chiude con lo spettcolare documentario A line across the sky, che racconta l'incredibile impresa alpinistica di Alex Honnold e Tommy Caldwell, i quali nel febbraio 2014 hanno completato la traversata della cresta delle 6 cime del gruppo del Fitz Roy.

La programmazione 2017 de Le vie dei monti punta quindi molto sul tema alpinismo, declinato nella sua ottica più umana, ed anche come veicolo per poter esplorare terre e culture remote.

Comunicato "Le vie dei monti"

Segnala questo articolo su:


Torna indietro