Poesia "Lo scarpone", di Luciano Granato

Il socio cadorino del CAI ha mandato alla redazione una poesia che allude anche alla nostra testata.

Ritratto a pastello di Luciano Granato

C’è un batticuore
di ricami giocosi
e arcani tremori,
che colorano
vitali percorsi.
E tu, fedele scarpone,
con piglio pensoso
cadenzi terreni ineguali
verso umane conquiste.
Il tuo annoso aspetto
testimonia un nobile vissuto:
un cuore generoso
a te si  è rivolto
con accesi entusiasmi;
ha intonato indimenticabili inni,
ha carezzato senza posa
il giorno e la notte
cogliendo orizzonti gloriosi.
Ancor oggi, ardito, si cimenta
e non cessa di vagheggiare
mete luminose,
che sanno di eccelso.

Luciano Granato

Segnala questo articolo su:


Torna indietro