Poesia in onore del grande filosofo e socio CAI Este prof. Armando Rigobello

Pubblichiamo la poesia che il socio CAI Luciano Granato gli dedica, dopo averlo conosciuto personalmente e aver percorso i sentieri insieme.

Ritratto a pastello di Luciano Granato

Il 5 aprile 2016 è deceduto il prof. Armando Rigobello, un grande della filosofia; già docente in alcune università italiane, soprattutto a Roma e presidente della Società filosofica italiana.

Era un mio concittadino, di Badia Polesine (Rovigo), ove ora riposa per sempre; un mio professore, un amico umile e sapiente, dai tratti scherzosi.
Ultimamente risiedeva a Roma e i nostri contatti erano spesso epistolari. Con Lui, amante della montagna, mi sono dilettato a percorrere ancuni sentieri. Era socio sezionale del Cai di  Este (Pd).

Lo ricordo con la poesia 'Due anime', che celebra la nostra amicizia; aveva letto la composizione e l'apprezzava come la mia produzione e le pubblicazioni.

Luciano Granato

D u e  a n i m e
Se due anime
incrociano i voli
nell’empireo
di esistenziali destini,
c’è un disegno occulto,
che nutre gli incontri, i ritorni
e i fruscii della sorte.

Ho visto bagliori
di slancio vitale;
intelligenze sfiorarsi
in conversari affettuosi;
e la parola, veicolo
di incorrotti rapporti,
di amorosi convivi
percorrere preziosi
acciottolati di vita.

Il mistero dispiega
i suoi oracoli spandendo
candori e attenzioni.
Armando e Luciano, memori
di amicali suggestioni,
han navigato
densi di spirito degno,
regni di culturali temperie
intrecciando trine
di bellezza incorrotta.

Il tempo, testimone
di riti celebrati
dal quotidiano tocco
delle umane tensioni,
aspira ad eletti,
felici orizzonti…                 

L. Granato – Eraclea M. 26.11.2012

Segnala questo articolo su:


Torna indietro