Passo Pass: 50 ragazzi di CAI e ÖAV alla seconda edizione del campus del progetto Interreg Italia Austria a Cason di Lanza

I giovani delle Sezioni di Moggio Udinese, Pontebba, Ravascletto (CAI) e di quelle di Hermagor e Obergailtal-Lesachtal (ÖAV) hanno trascorso quattro giorni di esperienze, escursioni, giochi e attività in montagna.

Un momento delle attività

28 agosto 2019 - Cinquanta ragazzi delle Sezioni CAI di Moggio Udinese, Pontebba, Ravascletto e delle Sezioni ÖAV (il club alpino austriaco) di Hermagor e Obergailtal-Lesachtal hanno partecipato alla seconda edizione del campus organizzato nell’ambito di “Passo Pass” (iniziativa del progetto Interreg Italia Austria), che si è svolto quest’anno a Cason di Lanza.

Quattro giorni di esperienze, escursioni, giochi e attività, in cui i ragazzi hanno avuto occasione di conoscere un territorio di grande valore storico e naturalistico, insieme ai volontari dei due club alpini e alla guida naturalistica che li hanno accompagnati, rafforzando i rapporti di amicizia transfrontalieri e delle Sezioni.

Facendo base al Rifugio 8° Reggimento Alpini, il gruppo ha raggiunto la Sella d'Aip, dove verrà posto il nuovo bivacco Lomasti, la malga Rattendorf attraverso la Val Dolce, il Rifugio Fabiani, percorrendo i prati e i pascoli alle pendici del monte Lodin, e il Monte Pizzul.

Il campus è stato organizzato dalla Sezione CAI di Ravascletto con gli Amici della Montagna di Paularo e la collaborazione del Corpo forestale regionale, del CNSAS e della Protezione Civile.

CAI Friuli Venezia Giulia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro