Parco d'Abruzzo, Lazio e Molise, pubblicato il Rapporto orso bruno marsicano 2016

Un documento, scaricabile on line, positivo impegno del Parco nella diffusione delle informazioni e della conoscenza del singolare e meraviglioso plantigrado". Il Cai Abruzzo ne parlerà nel Corso TAM di fine settembre 2017..

La copertina di Natura Protetta

15 settembre 2017 - Il Rapporto Orso bruno marsicano 2016 è stato pubblicato dal Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. E' stato dato alle stampe (agosto 2017) utilizzando il Notiziario periodico "Natura protetta" ed è in distribuzione presso i Centri visita del Parco, oltre a essere scaricabile dal sito web del Parco.  Il CAI  lo riporterà (file pdf) anche nel sito www.cai-tam.it alla voce "grandi carnivori".

Il rapporto Orso bruno marsicano 2016 segue quello del 2015 e conferma il positivo impegno del Parco nella diffusione delle informazioni e della conoscenza del singolare e meraviglioso plantigrado.
Il documento è strutturato in 3 sezioni: la prima nella quale si illustra il lavoro del Parco, spesso svolto con la collaborazione di altri; la seconda nella quale si riporta quanto accade nelle altre aree protette, ricomprese nell'areale di presenza dell'orso; la terza con ulteriori iniziative di enti e associazioni.

Come CAI TAM sottolineiamo il valore del Rapporto e il ruolo sociale del Parco che sollecita il corale impegno di tutela di altri Enti, Istituzioni e associazioni per la conservazione di un animale unico, a rischio di estinzione.
"L'orso è errabondo e curioso, come non era mai successo - ci dice il Presidente del Parco Antonio Carrara - nell'estate e in autunno, abbiamo avuto 4 orsi che hanno frequentato centri abitati del Parco e fuori Parco con assiduità, impegnando non poco i servizi del Parco e gli agenti forestali del CTA. Determinanti il ruolo del Ministero dell'Ambiente, della Regione Abruzzo, del Corpo Forestale dello Stato e la collaborazione tra Parchi per il monitoraggio e la riuscita delle azioni di tutela adottate".

Il CAI Abruzzo ha organizzato con la CRTAM il Corso 2017 per operatori sezionali TAM e, come da programma, ci si ritroverà sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre 2017 proprio nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e sarà l'occasione per presentare ai corsisti il valore della grande fauna (orso, lupo, camoscio e cervi, che in questo periodo sono  ancora in amore, con i loro famosi bramiti).

Nella stessa circostanza si parlerà anche del bosco, delle foreste vetuste UNESCO e della loro tutela, riflettendo sui tanti incendi boschivi che in questo triste periodo hanno devastato l'Abruzzo e su come intervenire per favorire il corretto ed efficace ripristino ambientale dei luoghi. Un ringraziamento va alle Sezioni CAI Coppo dell'Orso e Castel di Sangro che, nell'area Parco, sono a presidio di territori e popolazione.

Filippo Di Donato
Presidente CCTAM del CAI

Segnala questo articolo su:


Torna indietro