Nelle falesie di Avostanis torna "Arrampicarnia"

"Una falesia, due giorni, due campi base" è lo slogan dell'edizione 2019 (14-15 settembre) del raduno internazionale non competitivo di arrampicata sportiva. Organizza un gruppo transfrontaliero di cui fa parte il CAI Ravascletto.

La locandina dell'evento

12 settembre 2019 - Sabato 14 e domenica 15 settembre torna Arrampicarnia, lo storico raduno internazionale non competitivo di arrampicata sportiva.
La manifestazione – organizzata da un gruppo transfrontaliero che conta tra gli altri la sezione Cai di Ravascletto, l'Alpenverein Obergailtal-Lesachtal, il Comune di Paluzza, il Comune di Kötschach-Mauthen e i ragazzi del Climbing Paluzza – darà anche quest'anno l'opportunità di scoprire la bellezza delle montagne e del territorio carnico.

A fare da scenario all'edizione 2019 le splendide falesie di Avostanis nel cuore delle Alpi Carniche, pareti di compatta roccia calcarea poste a quote comprese tra i 1900 e i 2000 metri, che si specchiano nell'omonimo lago e che contano oltre cento monotiri e alcune vie multipitch, di varie difficoltà con gradi dal 4b all'8b, adatti ad ogni livello di arrampicata.

Il meeting conserva infatti l'originario spirito di "festa" ed è aperto, oltre che ai climber, a tutti gli appassionati e a principianti e bambini che desiderino approcciarsi al verticale seguiti dalle Guide Alpine FVG.

"Una falesia, due giorni, due campi base" (Malga Pramosio, dove si lasciano le automobili, e proprio Avostanis, cui si giunge dopo 45 minuti di cammino) lo slogan di un'Arrampicarnia sempre più attenta anche all'ambiente, che bandisce la plastica e promuove l'uso della borraccia. Ad arricchire il programma momenti conviviali e attività collaterali quali slackline, yoga nella natura, test di materiali e prova di e-bike.

Con l'occasione è stata pubblicata una cartoguida dettagliata delle vie di Avostanis in distribuzione negli infopoint PromoTurismo FVG della Carnia e scaricabile sul sito di Arrampicarnia.

Informazioni e programma su www.arrampicarnia.it

Giuliana Tonut
Ufficio Stampa CAI FVG

Segnala questo articolo su:


Torna indietro