Morto alpinista bloccato su ghiacciaio: era accompagnatore di AG del CAI Sondrio

In Valtellina, il 70enne Nicola Martelli è deceduto per assideramento dopo la seconda notte al gelo

Il ghiacciaio dello Scerscen

E' morto ieri, lunedì 30 giugno, il settantenne di Sondrio che da due giorni era bloccato sul ghiacciaio dello Scerscen in Alta Val Malenco. Nicola Martelli, dipendente della Banca Popolare di Sondrio in pensione, non è stato salvato come inizialmente comunicato.

La contemporaneità di due interventi in montagna (uno realmente andato a buon fine) ha innescato l'equivoco anche fra gli stessi soccorritori che, in mattinata, avevano diffuso la notizia del ritrovamento dell'alpinista. "Sta bene e ora verrà portato in ospedale per controlli, per un principio di assideramento dovuto alle bassissime temperature alle quali è stato esposto", era stato riferito.

Invece il 70enne accompagnatore di alpinismo giovanile della Sezione CAI Valtellinese di Sondrio non ce l'ha fatta. E' spirato, probabilmente ucciso in conseguenza delle troppe ore trascorse al gelo nell'ultima notte. "Mi scavo una buca nella neve e quando il maltempo cessa venite a prendermi. State tranquilli, sono molto bene equipaggiato", aveva detto ai volontari del Soccorso Alpino l'alpinista alla vigilia della seconda notte che si apprestava a trascorrere all'addiaccio.

Fonte: Ansa

Segnala questo articolo su:


Torna indietro