Monti Sorgenti, a Lecco via alla nona edizione

Via il 10 maggio con l'inaugurazione della mostra "Spedizioni - Cartoline tra uomini e montagne", la collezione di cartoline di spedizioni alpinistiche raccolte da Annibale Rota: testimonianze uniche di cinquant'anni di alpinismo lecchese.

8 maggio 2019 -  Inizia venerdì 10 maggio la nona edizione di Monti Sorgenti 2019, con l’inaugurazione della mostra “Spedizioni - Cartoline tra uomini e montagne” alle ore 18 presso Palazzo delle Paure. La mostra, che resterà aperta fino al 2 giugno, presenta al pubblico l’incredibile collezione di cartoline di spedizioni alpinistiche raccolte da Annibale Rota: testimonianze uniche di cinquant'anni di alpinismo lecchese.

La collezione inizia con una busta da lettera di Padre Alberto Maria De Agostini inviata dal Monte Sarmiento (Terra del Fuoco, 1956) e continua fino all’anno 2000. Nel mezzo, cartoline di spedizioni organizzate a Lecco o caratterizzate dalla partecipazione di almeno un alpinista del territorio: per citarne alcune, Gasherbrum IV (1958) Cerro Torre (1973-74), Cerro Murallon (1980), McKinley (1982). Il risultato è un percorso espositivo senza precedenti, che ricostruisce l’evolversi della fotografia e della società, delle vicende personali e delle imprese indimenticabili di alpinisti come Giovanni Ratti, Riccardo Cassin, Ginetto Esposito, Giancarlo Riva, Carlo Mauri, Oreste Forno, Kurt Diemberger e molti altri.

“Una delle caratteristiche distintive di Monti Sorgenti è quella di curiosare nei cassetti degli appassionati di montagna per trovare preziosi spunti - racconta Emilio Aldeghi, Vicepresidente regionale CAI Lombardia e coordinatore della manifestazione – Quest’anno è capitato con la raccolta di cartoline di spedizioni alpinistiche lecchesi raccolte dal past-president del Cai Lecco Annibale Rota: ne è uscita una mostra particolare e molto interessante, che racconta un pezzo di storia italiana attraverso immagini, stile grafico, firme e francobolli”.

Comunicato Monti Sorgenti

Segnala questo articolo su:


Torna indietro