Sarà “Montagne ferite” il tema del 6° corso monotematico di alpinismo giovanile delle Sezioni CAI di Belluno e Longarone

Nel centenario della fine della Grande Guerra, le due Sezioni intendono offrire ai ragazzi l’esplorazione dei luoghi del conflitto, con attenzione alle dure condizioni di soldati, popolazione e animali. Presentazione il 7 aprile 2018.

Piccoli dell'Ag tra le trincee del Grappa

27 marzo 2018 - L’esplorazione delle montagne dolomitiche ci mette di frequente in contatto con i segni lasciati dalla Grande Guerra. Le sezioni CAI di Belluno e Longarone desiderano celebrare il Centenario della fine del conflitto offrendo ai ragazzi, che da anni partecipano ai corsi monotematici, l’occasione di conoscere la “storia” delle strade e delle cavità artificiali presenti nei rilievi che visitiamo.

Il VI° corso di alpinismo giovanile, intitolato “Montagne ferite”, guiderà i giovani nell’esplorazione dei luoghi del conflitto ricordando gli eventi bellici, ma prestando attenzione alle condizioni di vita e alle sofferenze sopportate tanto dai combattenti quanto dalla popolazione e dagli animali. I diari dei soldati e del bambino, Giuseppe Boschet, consentiranno di rivivere vicende umane dolorose ed eroiche.

Nel corso delle lezioni i documenti visivi trasmetteranno l’emozione drammatica delle vicende belliche. Il corso non sarà solo un’opportunità di conoscenza, sarà anche occasione di formazione. La guerra nasce da un conflitto di “interessi”: nelle uscite saranno affrontati ipotetici e reali conflitti dei quali si tenterà la gestione attraverso il controllo di parole e comportamenti per evitare scontri aperti e rotture di relazioni.

Infine prendere coscienza che nei luoghi che visitiamo hanno trovato la morte migliaia di persone maturerà la consapevolezza che le Dolomiti devono essere riconosciute “luoghi di memoria” degni di rispetto e dei quali anche noi frequentatori siamo responsabili.

La sempre numerosa partecipazione ha costretto le Commissioni a prevedere due corsi diversificati nel rispetto dell’età dei giovani: uno rivolto a bambini dall’età di 6 anni ai 10, il secondo ai ragazzi dai 10 ai 17 anni in regola con il tesseramento CAI 2018. Le lezioni e le uscite sono distribuite da maggio a settembre.

La presentazione del corso avverrà sabato 7 aprile alle ore 17.00 presso la sede CAI in Piazza S.G. Bosco n. 11. Le iscrizioni saranno accolte solo via mail a fs.squillace@gmail.com a partire dalle ore 15.00 di giovedì 12 aprile 2018.

Sotto è scaricabile il volantino con il programma.

Daniela Mangiola
ONC CAI Belluno

Segnala questo articolo su:


Torna indietro