Montagna Futuro: dalle linee guida al progetto 2018 - 2023 per la montagna lombarda

Questo il tema al centro dell'evento in programma il 22 novembre 2017 a Palazzo Lombardia a Milano, alla presenza del Governatore Roberto Maroni. Interverrà il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti.

15 novembre 2017 - Mercoledì 22 novembre 2017 presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia (Piazza Città di Lombardia, Milano) si terrà Montagna Futuro: dalle linee guida al progetto 2018 - 2023 per la montagna lombarda. Alla presenza del presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e del Sottosegretario alle politiche per la Montagna Ugo Parolo, accompagnati da numerosi ospiti e relatori (tra cui il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti), verranno illustrati i risultati del lavoro comune di questi mesi con i territori e le linee guida della futura politica regionale.

Ecco il programma:

09.30  Registrazione partecipanti

10.00  Apertura dei lavori
Lino Zani, Alpinista, autore e conduttore di “Linea Bianca”

Montagna Futuro: 10 mesi di lavoro comune

Montagna Futuro: le linee guida per la montagna lombarda
Proposte concrete per il futuro del nostro territorio
• Ugo Parolo, Sottosegretario alle Politiche per la montagna
• ERSAF - Eur&ca

Un’esperienza, un racconto…
Simone Moro, Alpinista, pilota di elicottero e scrittore

Tavola rotonda – La montagna luogo di futuro
Moderatore: Lino Zani
I contributi del territorio e un confronto con:
• Roberto Maroni,  Presidente Regione Lombardia
• Ugo Rossi, Presidente della Provincia di Trento
• Vincenzo Torti, Presidente Nazionale CAI
• Annibale Salsa, Fondazione Unesco Dolomiti
• Ugo Parolo, Sottosegretario alle politiche per la montagna di Regione Lombardia

Chiusura dei lavori
Roberto Maroni, Presidente, e Ugo Parolo, Sottosegretario alle Politiche per la montagna di Regione Lombardia

13.00  Conclusione
Insieme per Montagna Futuro

A seguire buffet
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Si potrà seguire l’evento attraverso l’hashtag ufficiale #MontagnaFuturo e tramite i canali ufficiali Twitter, Facebook e Instagram.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro