L’impegno degli speleologi del CAI Pordenone per far conoscere le eccezionalità naturalistiche del Valcellina

La “Grotta Vecchia Diga” e la “Forra del Cellina” in mostra all’Incontro Internazionale di Speleologia 2018 con l'Unione speleologica pordenonese

L'esposizione di Casola

23 novembre 2018 - Proseguendo nel loro contributo alla valorizzazione naturalistica del territorio montano pordenonese, i componenti dell’Unione Speleologica Pordenonese CAI hanno allestito, nell’ambito dell’annuale raduno speleologico che si tenuto recentemente in quel di Casola Valsenio, una apprezzatissima selezione della grande mostra “SpeleoGemellaggio2018”

Oltre ad un’accurata presentazione fotografica della grotta “Vecchia Diga” di Barcis e alla slovena “Dimnice” di Slivje, grazie alla collaborazione dei Fotografi Naturalisti Maniago, del Comune di Barcis e del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, è stata proposta una panoramica sulle eccezionalità naturalistiche e culturali della Valcellina.

A questa esposizione l’Unione ha abbinato anche la mostra “Speleologia Quotidiana” che, attraverso gli articoli pubblicati dai quotidiani locali e immagini storiche, testimonia “Cinquant’anni di Speleologia a Pordenone”.

USP CAI Pordenone

Segnala questo articolo su:


Torna indietro