Legge Quadro sui Parchi: le proposte del CAI diventano emendamenti

Tra essi il divieto di transito ai mezzi motorizzati sui sentieri per fini di svago e quello della pratica dell'eliski.

Escursionisti nel Parco Nazionale d'Abruzzo

23 febbraio 2017 - Ieri alla Commissione Ambiente della Camera, presieduta dall'On. Ermete Realacci, si è conclusa la discussione relativa alla proposta di modifica della Legge Quadro sui Parchi e sulle Aree protette (Legge 394/91), con il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti.

L'On. Roger De Menech (Vicepresidente dell'Intergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della Montagna) ha presentato alcuni emendamenti recependo le proposte del Club alpino italiano esposte dal Vicepresidente generale Erminio Quartiani nel corso delle Audizioni del gennaio scorso. Tra esse il divieto di transito ai mezzi motorizzati sui sentieri per fini di svago e quello della pratica dell'eliski.

Per De Menech "recuperare le istanze del CAI e trasformarle in emendamenti significa lavorare in direzione di una nuova modalità di gestione dei Parchi e delle Aree protette, anche in chiave di sviluppo della montagna. Io - ha poi proseguito De Menech - sono per una montagna viva e abitata, che necessita di uno sviluppo sempre più condiviso con le istituzioni, gli enti, le popolazioni che la abitano e con le grandi associazioni come il CAI che hanno a cuore le terre alte".

Il relatore della proposta di legge è l'On. Enrico Borghi (Presidente dell'Intergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della Montagna), che, già durante le audizioni di gennaio, ha più volte valutato positivamente le proposte del Club alpino italiano.

Il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti ha dichiarato: "non posso che esprimere grande apprezzamento per il fatto che le nostre proposte siano state recepite e trasformate in emendamenti. In particolare quelle sul divieto di transito ai mezzi motorizzati e all'eliski. Su questi temi ho avuto modo di ribadire la posizione del CAI pochi giorni fa nel convegno a Lanzo Torinese Turismo degli elicotteri o turismo del rispetto?. Ringrazio l'On. De Menech per il lavoro a favore della montagna”.

Nei prossimi giorni si voteranno gli emendamenti e il testo conclusivo sarà poi sottoposto al voto dell'Aula.

Comunicato Club alpino italiano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro