Legge finanziaria: approvato l’emendamento per aumentare gli stanziamenti per il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Lo stanziamento è incrementato di 500mila euro per il 2018 e di 1milione di euro per il 2019. "L’incremento dei fondi arriva al termine di un anno molto particolare, dove abbiamo affrontato importanti emergergenze nazionali", ha affermato Dellantonio.

Foto di Juri Baruffaldi

22 dicembre 2017 - “Lo stanziamento è incrementato di 500mila euro per il 2018 e di 1milione di euro per il 2019, per lo svolgimento delle attività di cui alla legge del 21 marzo 2001, n° 74”. È il testo dell’emendamento approvato ieri dalla Camera dei deputati, a sostegno delle attività del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, Sezione nazionale del Club alpino italiano. L’emendamento, il numero 365 bis, è stato presentato in prima battuta a firma degli Onorevoli Roger De Menech ed Enrico Borghi, ai quali si sono aggiunti Mino Taricco e Federico D'Incà.

“Ancora una volta lo Stato e le istituzioni hanno dimostrato di essere vicine al Soccorso Alpino e Speleologico, alla montagna, ai cittadini che hanno bisogno d’aiuto con atti di protezione civile", dichiara Maurizio Dellantonio, il presidente del CNSAS. "L’incremento dei fondi a nostra disposizione per i prossimi due anni arriva al termine di un anno molto particolare, dove abbiamo affrontato importanti emergenze nazionali, fra queste il terremoto del Centro Italia e la valanga di Rigopiano, che hanno impegnato centinaia di nostri uomini".

"Il Soccorso Alpino e Speleologico - prosegue Dellantonio - è sempre più un fondamentale attore sociale per la nostra Nazione: il Parlamento ha recepito le nostre istanze e numerosi esponenti della Camera e del Senato sono stati attivamente al nostro fianco. A loro va il mio personale ringraziamento”.

Nell’ultimo biennio (2016/2017) il CNSAS ha svolto sull’intero territorio italiano oltre 16 mila missioni di soccorso, che hanno portato al salvataggio – e a volte purtroppo - al recupero delle salme di 17.300 persone.

Comunicato Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Segnala questo articolo su:


Torna indietro