La storia delle leggendarie pareti nord delle Alpi, con Bibliomontagna

Nel libro “Le grandi pareti nord” il giornalista bavarese Rainer Rettner racconta la storia delle nord di Cervino, Grandes Jorasses ed Eiger attraverso episodi e testimonianze. In edicola da sabato 19 luglio con CAI e Corriere della Sera.

La copertina del libro

“In montagna non esistono solo cose che non si possono fare, esistono anche cose che non si devono fare”.

Questa frase, che racchiude un'indubbia verità, è riportata nel retro del libro “Le grandi pareti nord” di Rainer Rettner, che racconta la storia delle tre grandi pareti nord delle Alpi: il Cervino, le Grandes Jorasses e l’Eiger.

La narrazione viene portata avanti riportando episodi e testimonianze, oltre a un’ampia cronologia, dei tentativi di ascensione che le hanno viste protagoniste. A seguito delle vicende, spesso drammatiche, legate alla loro conquista, queste tre montagne hanno mantenuto fino a oggi un profondo fascino oltre a rappresentare il simbolo di un periodo di rapidi cambiamenti e innovazioni nella storia dell’alpinismo.

Oltre a “effimeri” obiettivi alpinistici, la conquista di queste vette ha rappresentato, soprattutto per i tedeschi prima della Seconda guerra mondiale, apporti fondamentali all’accrescimento del carattere na-zionale. Anche per queste motivazioni le corse alle pareti delle Alpi ritenute impossibili hanno segnato una delle pagine più eroiche e romantiche dell’alpinismo classico.

Rainer Rettner (1967), giornalista e scrittore bavarese, da molti anni si interessa di alpinismo e ha condotto numerose ricerche sulla storia dell’Eiger, sulla quale ha creato uno dei più completi archivi al mondo, raccogliendo, dal 1982 a oggi, libri, vecchie riviste, migliaia di ritagli di giornale e appunti personali.

Il volume sarà disponibile in edicola da sabato 19 luglio a € 8,90 più il prezzo del quotidiano, oppure, in seguito, online sullo store del Corriere della Sera, dove potrete trovare anche gli altri volumi arretrati della collana Biblioteca della Montagna.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro