"La libertà di muoversi in montagna tra divieti, prescrizioni e assunzioni di responsabilità”

Il Convegno organizzato dalla Sezione Gran Sasso d'Italia CAI Teramo e patrocinato dal GR Abruzzo, si svolgerà presso il museo Archeologico di Teramo sabato 9 maggio 2015

La locandina del convegno

Il Club Alpino Italiano - Sezione "Gran Sasso d'Italia" - Teramo organizza il convegno dal titolo: "La libertà di muoversi in montagna tra divieti, prescrizioni e assunzioni di responsabilità” ed affronta il tema assai delicato delle responsabilità connesse all'attività che si svolge in montagna, sia con riferimento ai liberi fruitori, sia, soprattutto, con riferimento a chi, titolato del CAI o libero professionisti, si trova a svolgere la figura di accompagnatore.
La necessità e l'importanza di questo incontro nascono dal complesso quadro normativo di riferimento e dalle sempre più frequenti ordinanze/divieti che le autorità amministrative emanano per interdire il libero accesso di zone ritenute "non sicure", limitando di fatto, quasi completamente, la frequentazione di tali posti, se non correndo il rischio di sanzioni amministrative e responsabilità penali.

Interverranno:
- Alessandro Gogna, alpinista e guida alpina di fama internazionale, nonchè autore di diversi libri.
- Avv. Vincenzo Torti, Vicepresidente Generale del Cai, già autore del noto libro "La responsabilità Civile e Penale nell'accompagnamento in montagna” del CAI, molto attento alla materia e figura esperta nel settore.
- On. Giovanni Lolli quale referente per la Regione Abruzzo, per fare il punto su una Legge Regionale che di fatto impone una serie di prescrizioni che da tempo sono oggetto di discussione in merito alla possibile modifica.
Il convegno è patrocinato dalla Regione Abruzzo, dal Comune di Teramo, dal Collegio delle Guide Abruzzo e dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Teramo.

CAI Teramo

Segnala questo articolo su:


Torna indietro