La colata lavica dell'Etna: ecco le foto del CAI Linguaglossa

La lava fuoriuscita dal cratere è scivolata fino a 2000 m di altitudine, fermandosi a poche centinaia di metri dalla strada Altomontana

La colata di lava

La colata lavica provocata dall’eruzione dei giorni scorsi dell’Etna, la mattina di lunedì 2 febbraio s’è fermata a poche centinaia di metri dalla strada Altomontana, uno dei sentieri naturalistici più belli del vulcano siciliano molto frequentato in modo particolare da escursionisti e biker. La lava fuoriuscita dall’eruzione dal nuovo cratere di sud/est, infatti, s’è spinta fino a 2.000 metri di altitudine, come hanno potuto documentare i militari della Forestale e gli esperti del CAI Linguaglossa, del Parco dell’Etna e ai vulcanologi dell’INGV hanno effettuato un sopralluogo constatando come la colata lavica abbia travolto alcuni alberi nella zona tra Monte Denza e Monte Scavo.
Inoltre la cenere dell’eruzione ha risparmiato le piste sciistiche di Piano Provenzana, sul versante settentrionale del vulcano, che sono rimaste pienamente agibili.

Ecco le foto pubblicate dal CAI di Linguaglossa, immagini davvero mozzafiato.

Fonte: meteoweb

Segnala questo articolo su:


Torna indietro