La 21a edizione del Premio Pelmo d'Oro a Rocca Pietore (BL), uno dei borghi più belli d'Italia

Sabato 28 luglio 2018 saranno premiati il trentino Maurizio Giordani per l'alpinismo in attività, il catalano Josep Manuel Anglada per la carriera alpinistica, l’autore bellunese Marco Paolini per la cultura alpina.

Maurizio Giordani

27 giugno 2018 - Nel centenario della fine della Grande Guerra l’appuntamento con il Pelmo d’Oro si rinnova ai piedi della Marmolada, nel comune di Rocca Pietore, nei pressi di Sottoguda, l’ultimo villaggio della Val Pettorina, il borgo che dal 2016 è stato nominato uno dei borghi più belli d’Italia.

La 21a edizione del Premio celebra pace e bellezza sabato 28 luglio 2018 con la Comunità agordino-ladina, baluardo della Regina delle Dolomiti da cui si gode un magnifico panorama, che si appresta ad accogliere gli ospiti alle ore 10,30 nella quiete di Bosco Verde in Val Pettorina.

I premiati Pelmo d’Oro 2018 sono: il trentino Maurizio Giordani per l'alpinismo in attività, il catalano Josep Manuel Anglada per la carriera alpinistica, l’autore bellunese Marco Paolini per la cultura alpina. Quest’anno l’agonismo avrà un rilievo con il Premio Speciale Dolomiti UNESCO, assegnato ad un “ambasciatore” dello sport, Oscar De Pellegrin, e il Premio Speciale della Provincia a due “senatori” bellunesi dello sci nordico: Ivo Andrich e Costantino Costantin.

La solidarietà con il premio Giuliano De Marchi va al S.U.E.M., centrale operativa di Pieve di Cadore che quest’anno celebra il trentennale del servizio di elisoccorso. Due menzioni speciali riconoscono anche l’accoglienza in montagna: Monica Campo Bagatin e Ugo Pompanin.

Nel corso della cerimonia saranno premiate le sezioni del CAI Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Trentino e Alto Adige vincitrici del premio letterario “Antonio Berti” 2018.
Uno speciale annullo sarà dedicato agli appassionati di filatelia con due cartoline spettacolari della Regina delle Dolomiti e di una delle borgate del comune di Rocca Pietore.

In programma è prevista anche la stampa del volume sul Pelmo d’Oro che, implementando la versione dei primi 10 anni di Sergio Sommacal, raccoglie la storia dei 20 anni curato da Loris Santomaso.
Oltre alla consueta scultura del Monte Pelmo, opera del maestro Gianni Pezzei, vi saranno opere della guida alpina e scultore bellunese Ettore Bona e un’opera frutto della maestria artigiana di Sottoguda di Rocca Pietore.

La manifestazione, in collaborazione con la Fondazione Dolomiti UNESCO, gode del patrocinio della Regione Veneto.
Fondamentale l'organizzazione e il sostegno economico della “casa comune” di CAI-CNSAS-Guide, del Consorzio BIM Piave e di Grafiche Antiga di Crocetta del Montello.
Collaborano alla giornata del Pelmo numerose associazioni e volontari: Corpo Nazionale Soccorso Alpino Val Pettorina/Marmolada, Associazione Nazionale Alpini Gruppo Rocca Marmolada, CAI Sezione di Caprile “Eliana De Zordo”, Associazione Comune di Rocca Pietore Volontari Ambulanza e Protezione Civile Rocca Pietore, Vigili del Fuoco Volontari Rocca – Caprile, U.S. Alleghe – ASD, Sci Nordico Marmolada, Sci Club Marmolada, Comitato manifestazioni Marmolada, Union ladins de Ròcia, Gruppo Folk Marmolèda, Consorzio Turistico Marmolada Rocca Pietore Dolomiti,

Un nutrito e variegato programma farà da contorno alla manifestazione che inizierà con la festa patronale di domenica 22 luglio e la caratteristica Na sera da zacàn per conoscere le tradizioni ladine. Sabato 28, dopo la consegna del Premio, sono previste dimostrazioni di soccorso, visita guidata al borgo di Sottoguda, salita e visita al museo della Grande Guerra, presentazione del volume sui 50 anni della funivia Marmolada e l’incontro con il premiato Maurizio Giordani.

Sotto è scaricabile il pdf completo, con motivazioni e profili dei premiati.

Comunicato Provincia di Belluno

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro