Incendi sulla Majella: dal CAI Abruzzo solidarietà, vicinanza e disponibilità a collaborare per far fronte alla situazione

Il Presidente del CAI Abruzzo Gaetano Falcone si complimenta inoltre con vigili del fuoco, forze dell'ordine e protezione civile che si stanno impegnando fino allo stremo e auspica l'identificazione dei responsabili.

Fonte foto: Cisom

29 agosto 2017 - Solidarietà e vicinanza è stata espressa dal CAI Abruzzo al  Presidente del Parco Nazionale della Majella Franco Iezzi. Il CAI Abruzzo ha anche offerto al Presidente Iezzi la collaborazione ritenuta necessaria per far fronte alla terribile situazione.

Da giorni sono decine gli inneschi appiccati all’interno dei confini del Parco e nella Valle Peligna. Onore ai Vigili del Fuoco, alle Forze dell’Ordine ed ai Volontari della Protezione Civile che si stanno impegnando fino allo stremo per arginare l’opera nefasta e criminale di ignoti delinquenti dei quali si auspica la rapida identificazione da parte delle Autorità competenti.

Il Parco Nazionale della Majella è un serbatoio straordinario di Biodiversità, e poi la Majella Madre è la montagna sacra di tutti gli abruzzesi. Questa non è mancanza di “educazione ambientale” è invece "terrorismo ambientale"  e delinquenza organizzata.

Gaetano Falcone
Presidente CAI Abruzzo

Segnala questo articolo su:


Torna indietro