In Trentino si va "verso il cielo", ma con i piedi per terra

Domani sera la presidente della commissione medica della Sat Antonella Bergamo spiega le regole per in montagna in salute e sicurezza

5 agosto 2019 - Andare in montagna in salute e sicurezza è l'obiettivo della serata organizzata dalla SAT in programma domani alle 20 a Palazzo Lodron- Bertelli di Caderzone Terme. Titolo dell'evento è: Verso il Cielo con i piedi per terra. la dottoressa Antonella Bergamo, vice presidente della Società Italiana di Medicina di Montagna e presidente dalla Commissione Medica della SAT ed Angelo Giovanetti, Guida Alpina e Maestro di sci.

“Salute e sicurezza sono due aspetti concatenati e complementari per la riuscita delle nostre imprese alpinistiche - sostiene la dottoressa Bergamo - siano esse escursioni di breve durata nelle nostre montagne o siano trekking e spedizioni sulle più alte cime del mondo. Purtroppo la salute in montagna spesso non viene presa in considerazione come possibile fonte di problemi, viene spesso data per scontata. Quando invece qualche cosa non va a causa della quota, la tendenza spesso è far finta di nulla per non dare segnali di debolezza rispetto agli altri che stanno bene. In questi casi l'errore più grande è quello di continuare a salire. L'attrezzatura adeguata e collaudata prima della salita come anche un adeguato abbigliamento, sono importanti quanto la scelta di una salita in base alle proprie capacità e preparazione fisica”.

In conclusione dichiara la specialista di medicina di montagna: “In montagna può andare la persona non allenata, l'alpinista di elite, il giovane arrampicatore, l'anziano, ed anche le persone con patologie croniche con terapie da aggiustare o integrare come potrebbero essere i diabetici, gli ipertesi o i cardiopatici. La Medicina di Montagna cerca di avere una risposta per tutti”.

L'incontro di domani, sarà anche l'occasione per presentare la neo costituita Commissione Medica della SAT, composta oltre che dalla presidente Antonella Bergamo da Edoardo Geat, Andrea Busetti e Paolo Acler.

Fonte: Ufficio Stampa SAT

Segnala questo articolo su:


Torna indietro