In montagna tutto l'anno con il CAI Reggio Emilia: il calendario 2018

Escursionismo, arrampicata, ferrate, scialpinismo, sci di fondo, mountain bike. Previste anche 10 uscite di Montagnaterapia, in collaborazione con l'Ausl. Particolarmente significativa sarà anche l'escursione di tre giorni ad Amatrice.

27 dicembre 2017 - Con una bella serata al Centro Sociale Buco Magico a Reggio Emilia è stato presentato nei giorni scorsi il calendario 2018 della Sezione reggiana del Cai: un programma ricchissimo di uscite: oltre 90 da gennaio a dicembre.

La serata ha visto come ospite d'eccezione Marco Albino Ferrari, direttore della rivista Meridiani Montagne, giornalista, scrittore e alpinista, che ha presentato il suo ultimo libro “La montagna incantata”. Ferrari ha saputo intrattenere un vasto pubblico particolarmente attento, leggendo brani dal suo libro e raccontando della Val Grande, dell’esportatore Giacomo Bove, del sentiero Bove e di altri personaggi leggendari come De Amicis e Salgari.

Il calendario 2018 offre uscite di grandissimo interesse per tutti gli appassionati di montagna: otto uscite per i fondisti, quattro con le ciaspole, cinque di sci-alpinismo, sei di snowboard-alpinismo. In programma tre uscite di arrampicata libera e due ferrate. Molto densa la parte escursionistica, con 30 escursioni per tutte le gambe, da quelle facili sulle colline reggiane a quelle più impegnative in alta quota; due uscite sono a carattere ambientale. In programma anche due trekking di più giorni. Ricchissimo è il programma del Gruppo Mountain Bike del Cai, con una trentina di uscite tra cui un trekking in Sardegna e uscite Mtb con escursionisti.

I due trekking turistico-escursionistici mediterranei, ormai una tradizione per il Cai, nel 2018 avranno come mete il Gargano e la Corsica.

Da sottolineare poi l'interessante attività di Montagnaterapia, promossa dal Cai con il Dipartimento di salute mentale e dipendenze patologiche dell'Ausl, che prevede 10 escursioni nel programma. Particolarmente significativa sarà anche l'escursione di tre giorni ad Amatrice, nella zona colpita dal terremoto. Le mete delle uscite in programma vanno dal Piemonte alle Dolomiti, dall'Appennino alla Liguria, dalle Apuane alle Alpi Centrali. Grande attenzione viene data agli itinerari sull'Appennino reggiano, dove il Cai svolge una  intensa operara di manutenzione e valorizzazione dei sentieri.

In ottobre è prevista una grande escursione con tutte le Sezioni Cai dell'Emilia-Romagna e della Toscana alla Pietra di Bismantova, organizzata dal Cai di Castelnovo ne' Monti con il Cai reggiano.

Al programma della Sezione vanno aggiunti quelli predisposti dalle cinque Sottosezioni del Cai di Rubiera, Scandiano, Cavriago, Val d'Enza, Novellara e Guastalla: in totale si arriva a 290 uscite nel corso del 2018: è il sintomo di un Club Alpino Italiano attivissimo e in costante crescita.

Comunicato CAI Reggio Emilia

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro