In centocinquanta per la trentesima Stravalfurva

Questa edizione è stata dedicata all'obiettivo di far conoscere meglio il territorio della Valle. Tra coloro che rendono possibile l'evento c'è il Cai locale.

Un momento della giornata

16 settembre 2019 - Oltre centocinquanta i partecipanti alla trentesima Edizione della Stravalfurva quest'anno  organizzata con il motto “Conosci la Valfurva”. L'intento è stato di far conoscere a grandi e piccoli, residenti e frequentatori della Valle, il nostro territorio.

Quest'anno l'escursione iniziava al parcheggio Niblogo. Rientro nello stesso luogo di partenza. Lungo il percorso Giuseppe Cola, storico di casa, e Il Corpo Musicale di Valfurva hanno contribuito a far conoscere la nostra Valle. Giunti a Cavallaro prima della merenda al sacco Don Mario ha celebrato la Messa,  ricordando tutti i nostri amici scomparsi che hanno contribuito al mantenimento della  Sezione. Dopo il rientro a Niblogo, c'è stato un piccolo rinfresco e il sorteggio di premi per tutti i partecipanti. Anche questo momento è stato sempre accompagnato dalle note del Corpo Musicale di Valfurva. Durante il sorteggio è stato assegnato il “Premio Cola Mike”, giuno alla nona edizione, per i ragazzi che si sono distinti durante l'anno. Il riconoscimento è andato al giovane Matteo Predanzini.

Grazie a tutti i partecipanti ed in particolare ai Soci del Cai Valfurva, al Corpo Nazionale Soccorso alpino stazione DI S. Caterina v.f., al Parco Nazionale dello Stelvio, al Comune di Valfurva, al Bim di Sondrio, all'IC “Martino Anzi Bormio”, al Gruppo sportivo Madonna dei Monti, a tutti gli operatori locali e sponsor. Arrivederci al 2019.

Luciano Bertolina
Cai Valfurva

Segnala questo articolo su:


Torna indietro