Il resoconto del 7° Raduno nazionale di cicloescursionismo CAI

Il raduno, articolato in diverse escursioni da giovedì 3 a domenica 6 luglio 2014 a Domegge di Cadore, ha contato la partecipazione di 20 Sezioni CAI

Uno scatto durante i giorni nei quali si è svolto il raduno

Domenica 6 luglio si è concluso a Domegge di Cadore con un festoso pranzo di arrivederci il 7° Raduno nazionale di cicloescursionismo del CAI, che ha visto la partecipazione di 20 Sezioni, provenienti da tutta Italia: Palermo è stata quella da cui è arrivato il socio più lontano, Venarìa Reale quella con la pattuglia più numerosa di partecipanti.

Il programma si è articolato in quattro escursioni: nella prima (3 luglio) si è pedalato ai piedi delle Tofane, in una smagliante giornata d’estate, con la neve dell’inverno che scintillava ancora alle quote più alte (15 partecipanti) ; a seguire la gita clou, l’anello delle Tre Cime con ben 1720 metri di dislivello in sella, prima in val d’Onge, poi la salita della mitica strada che ha visto tante volte le ruote del Giro d’Italia: ben 85 persone hanno vinto anche queste rampe durissime – nella speranza che vengano presto chiuse al traffico privato – e poi si sono cimentati con la difficile discesa sul sentiero della Val Marzòn.

Il terzo appuntamento era un anello che faceva sponda tra il Sorapìss ed i Cadìni: qui 70 persone hanno avuto anche il battesimo di una breve pioggia, poi tutti a cena nella elegante cornice dell’hotel Bellavista di Calalzo; ultimo sforzo la domenica con la risalita della Val d’Oten sino alla cascata delle Pile (90 persone) e la chiusura in bellezza con l’aiuto della Pro Loco di Domegge e la sua grandiosa torta.

Arrivederci a tutti all’anno prossimo per il raduno su Majella e Gran Sasso!

Per vedere le foto: http://www.settimoradunomtbcai.it/le-foto.html

Claudio Coppola

Segnala questo articolo su:


Torna indietro